15.1 C
Torino
martedì, 28 Giugno 2022

Nintendo Switch: ecco come scegliere tra i vari modelli

Più letti

Nuova Società - sponsor

La console Nintendo Switch è una tipologia di console ibrida prodotta dall’azienda giapponese e distribuita sul mercato dal 2017. Con il passare degli anni è riuscita a conquistare il mercato dei videogame in virtù delle sue caratteristiche. Si tratta di una console ibrida, ovvero, diversamente dalle altre console, combina un sistema di gioco fisso (ovvero casalingo) ad uno portatile. Proprio per questa sua caratteristica, è una tra le console più vendute ed apprezzate in tutto il mondo, sia dai più piccoli che dai più grandi.

Come funziona la Nintendo Switch?

Come già detto, la Nintendo switch permette di giocare sia a casa che fuori casa. Questa console può essere collegata alla tv mediante una docking station, cioè una piattaforma simile a quella delle altre console. Basta solo un cavo HDMI, che si trova nella confezione, ed è fatta. Passare alla modalità portatile è altrettanto semplice: basta rimuovere la console dalla base ed agganciare i due joypad rimovibili, chiamati Joy-Con. In pochi istanti, si otterrà così una console portatile dalla forma quadrata, dotata di schermo ad alta definizione. 

Tipologie di Nintendo Switch

Sul mercato esistono diverse tipologie di Nintendo switch, ognuna con le proprie caratteristiche e peculiarità. Quale conviene acquistare? Dare una risposta al quesito non è affatto semplice, questo perché dipende dalle proprie esigenze e dai propri gusti. Ad ogni modo, per avere maggiore consapevolezza, è fondamentale sapere quali sono le differenze tra le diverse console e le varie tipologie acquistabili:

ï Switch Oled: si tratta di un modello con schermo Oled da 7 pollici, dal peso di 320 grammi e con 64 GB di memoria interna (ulteriormente espandibile). La batteria dura in media dalle 4 ore e mezza a 9 ore, a seconda dei giochi. La differenza principale con la switch tradizionale, oltre allo schermo con immagini più nitide, è la connettività ad internet grazie alla porta LAN;

ï Switch: il modello “classico” di Nintendo Switch è molto simile a quello Oled, ma lo schermo in questo caso è leggermente più piccolo (6,2 pollici precisamente). Anche il peso è leggermente inferiore (meno di 300 grammi) e la memoria interna è di 32 GB;

ï Switch Lite: è la versione portatile della console. Ciò significa che non è compatibile con la base per Nintendo Switch, pertanto non può essere collegata alla tv. Si possono utilizzare solo i software compatibili con la modalità portatile e non necessita di Joy-Con, poiché i comandi sono integrati. Lo schermo è LCD da 5 pollici e mezzo e la batteria ha una durata massima di 7 ore ed è la migliore opzione se si ha intenzione di giocare fuori casa.

Perché acquistare la Nintendo Switch?

Possono essere molteplici i motivi che spingono una persona ad acquistare questa particolare console. In primis la sua estrema versatilità. La Nintendo Switch, infatti, può essere utilizzata praticamente dappertutto. È un ottimo passatempo, con la switch, infatti, è possibile divertirsi da solo o in compagnia dei propri amici. Ancora, un altro pregio di questa console è la batteria. In molti sostengono che ormai gli smartphone siano in grado di sostituire le console portatili, tuttavia, se da un punto di vista grafico potrebbe essere verosimile, il discorso cambia se si parla di durata. La Nintendo Switch, infatti, permette di giocare per ore ed ore senza doversi preoccupare dello stato della batteria. Ovviamente la durata della batteria varia a seconda del gioco, ma in media garantisce minimo quattro ore di gioco. Il che non è piuttosto ottimale, specie se si ha intenzione di giocare fuori casa dove non si ha la possibilità di caricare il dispositivo. Infine, si tratta di una console non particolarmente costosa, il che la rende una console accessibile a tante persone.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano