22.6 C
Torino
lunedì, 13 Luglio 2020

Nasce CoronaCheck, il primo sito per verificare le fake news sul Coronavirus

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Torino, scoppia la rivolta contro la polizia in corso Giulio. Quattro anarchici fermati (VIDEO)

Secondo gli anarchici si è trattato di un sopruso delle forze dell'ordine, mentre la polizia replica che il tutto sarebbe scoppiato per impedire l'arresto...
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuovasocietà. Caporedattore dal 2017. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano.

Il diffondersi del Coronavirus ha portato con sé anche un proliferare di fake news che girano sulle chat e online e incutono paura e dubbi in un momento già di grande angoscia per tutti. Per questo è nato un sito che aiuta a districarsi nel fact checking e riconoscere le notizie vere dalla bufale.

Si chiama CoronaCheck e garantisce la verifica delle notizie sulla base di dati ufficiali provenienti da World Health Organization (WHO), Governi e Ministeri della salute di Italia, Australia, Taiwan, China, Canada.

- Advertisement -

Basta inserire la frase di cui si vuole verificare l’autenticità e il sistema verificherà se vera o falsa, dando anche una spiegazione di come il sistema di di Intelligenza Artificiale sia giunto a quella conclusione. CoronaCheck è in grado di verificare affermazioni inerenti casi confermati di coronavirus, persone guarite, decessi e tassi di mortalità. Nel caso l’affermazione risultasse non verificabile il sistema potrà chiedere altre informazioni all’utente e nel contempo immagazzinare i dati raccolti che arricchiranno l’algoritmo.

- Advertisement -

Sulla necessità di contrastare le fake news sul coronavirus è intervenuto anche il sottosegretario all’Editoria Andrea Martella. “Sin dall’inizio di questa drammatica vicenda ho fatto appello ai cittadini a informarsi esclusivamente attraverso i siti ufficiali del governo, delle istituzioni sanitarie, le testate giornalistiche nazionali e locali e le agenzie di stampa, perché in momenti come questi l’accreditamento delle fonti, la professionalità degli operatori dell’informazione, la completezza e la credibilità dei contenuti informativi fanno la differenza. Penso che sia necessario che tutti, compresi i grandi operatori del web, facciano la loro parte per isolare le fake news che giocano contro l’interesse collettivo”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

13 luglio 1970: nasce la Regione Piemonte

Nel tardo pomeriggio di lunedì 13 luglio 1970, alle ore 17, iniziò nell’aula ottocentesca del Palazzo delle Segreterie di piazza Castello a...

Sitaf chiude caselli dell’autostrada: Torino-Bardonecchia in tilt

Difficoltà e disagi per chi torna a Torino dopo il weekend o la domenica passata in montagna. Infatti sulla A32 Torino-Bardonecchia in...

Via Mazzini, cadono calcinacci sui passanti. Intervengono Vigili del fuoco

Intervento dei Vigili del Fuoco in pieno centro a Torino. In via Mazzini, angolo via Lagrange, dove all’ora di...

Vogliono contestare le “sentinelle in piedi” di Torino, ma imbrattano le auto di piazza Paleocapa

Blitz nella notte tra giovedì e venerdì 10 luglio contro le sentinelle in piedi a Torino, che però si è trasformato in...

Thyssen, l’ex ad Espenhahn in carcere dal 16 luglio

L'ex amministratore delegato tedesco della Thyssen Harald Espenhahn condannato per il rogo nella fabbrica torinese che provocò 7 morti nel 2007, inizierà a scontare...