10.5 C
Torino
giovedì, 23 Maggio 2024

Moncalieri rilascerà il passaporto culturale ai nuovi nati

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Un lasciapassare per musei e luoghi della cultura, destinato ai più piccoli: è il “passaporto culturale” che d’ora in poi i nuovi nati moncalieresi potranno sfruttare entro il primo anno di vita, insieme alle loro mamme e papà. La cultura e la frequentazione dei musei: piaceri da condividere fin dai primi respiri, con l’augurio che accompagni i piccoli per tutta la vita. E’ questo lo spirito con cui Moncalieri ha appena aderito al progetto patrocinato da Fimp, la federazione dei medici pediatri e Sin, la società italiana di neonatologia, oltre che da svariate sigle associazionistiche di ginecologi e ostetrici.

E così è stato firmato un accordo, di durata triennale e senza oneri per la città, tra Moncalieri e la Fondazione Medici a Misura di Donna. Il passaporto verrà rilasciato ai nuovi nati tramite la biblioteca Arduino, con un’organizzazione mutuata dal circuito “Nati per leggere”, di cui Moncalieri è partner stabile da anni. 

Una quarantina, al momento, i musei di tutto il Piemonte che rientrano nell’offerta, tra cui anche tutti i più importanti luoghi della cultura torinesi, come il Museo Nazionale del Cinema, l’Egizio, Palazzo Madama, la Gam, il Parco Astronomico di Pino Torinese.

“Che la cultura faccia bene alla salute è la nostra parola d’ordine da sempre. Moncalieri non poteva, di conseguenza, non entrare a far parte di questo network che vede insieme decine di istituzioni culturali del territorio – sintetizza soddisfatta l’assessore alla Cultura e alle Pari Opportunità Laura Pompeo – Un plauso e un grazie particolari a chi, dal 2011, ha messo in piedi il tutto: Chiara Benedetto, presidente della Fondazione Medicina a Misura di Donna, vicepresidente della Fondazione Fitzcarraldo, alle quali si devono anche i primi progetti pilota in tema di umanizzazione dell’ambiente ospedaliero attraverso arti visive, musica e teatro”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano