16.2 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Moncalieri riesce ad incantare ancora una volta. Successo di “MoncalierIncanta”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

“MoncalierIncanta” con la sua seconda edizione ha incantato davvero il Teatro Matteotti con il doppio appuntamento di venerdì 27 e sabato 28 settembre.

Luigi Antinucci (dell’associazione moncalierese MagicaTorino e direttore artistico della kermesse dedicata alla canzone d’autore piemontese) e il suo trio hanno aperto la prima serata con il concerto durante il quale sono stati proposti brani inediti ed altri già noti in una raffinata rivisitazione.

In precedenza sul palco è salito Ugo Viola con la sua fisarmonica realizzando un medley sulla canzone d’autore. Nella seconda parte della serata Giorgio Conte, in una delle sue tappe dello Sconfinando Tour, ha intrattenuto il pubblico con una performance bella e coinvolgente, cuore pulsante dello spettacolo.
Sabato 28 settembre ha avuto luogo “Maledonne”, spettacolo e regia di Alex Donadio, durante il quale cantanti, attori e attrici del nostro territorio hanno emozionato la sala con un percorso sulla Donna interessante e colto.
In apertura uno speciale su Gian Maria Testa condotto da Alberto Gedda, ricordando il noto cantautore cuneese attraverso le parole della moglie e compagna Paola Farinetti e del figlio, con l’interpretazione toccante e sentita di alcuni brani dell’artista scomparso da parte di Luigi Antinucci, musicista, compositore e direttore artistico delle due serate.
«La rassegna dedicata ai cantautori piemontesi è davvero “glocal” – spiega l’assessore alla Cultura Laura Pompeo – si radica nel nostro territorio, parte dalle tradizioni della nostra regione per guardare al mondo. E, all’interno di essa, la vivace performance di Giorgio Conte e le parole, la musica, l’umanità  di Gian Maria Testa arrivano al cuore delle cose e al cuore di chi ascolta».

L’assessore Laura Pompeo con l’artista Giorgio Conte
- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano