11.4 C
Torino
mercoledì, 22 Maggio 2024

Moncalieri Jazz Festival, al via la ventesima edizione

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

di G.Z.

Inizierà sabato e durerà fino al 19 novembre la ventesima edizione del Moncalieri Jazz Festival. Per l’occasione verrà reso omaggio a quattro grandi “centenari” del Jazz: Gillespie, Monk, Fitzgerald e Trovajoli, tutti nati proprio nel 2017 e celebrati in quattro serate a loro dedicate.
Come detto il primo appuntamento è sabato 28 con “La Notte Blue del Jazz”, una maratona di musica a ingresso libero con più di 100 artisti per le vie del centro storico di Moncalieri a cui farà da cornice lo spettacolo di luci dell’artista Davì Lamastra.
Numerosi gli ospiti di questa ventesima edizione: Fabrizio Bosso, Flavio Boltro, Fabio Giachino, Dado Moroni, Karima, Simona De Rosa, Funk Off, e artisti internazionali come Kenny Barron, Cyrus Chestnut, Danny Grissett, Daymé Arocena. Presenti anche due grandi orchestre, la Filarmonica di Torino e la Sinfonica Nazionale della Rai.
Ma i vent’anni del Moncalieri Jazz Festival segnano anche un’innovazione nella kermesse che diventa il primo festival “Smart” con l’utilizzo di tecnologie di avanguardia e per il suo impegno per le tematiche legate allo sviluppo sostenibile. Il Moncalieri Jazz Festival ha infatti ottenuto il Patrocinio dell’UNRIC (United Nations Regional Information Centre for Western Europe) per il Goal n.6 che riguarda Acqua Pulita e Igiene. Tematica cui è riservato un incontro specifico domenica 29 ottobre nella sala della Regina del Castello Reale di Moncalieri. Qui, a partire dalle 18, il “Blue’smART Meeting” affronterà l’argomento della risorsa idrica con il contributo di ospiti importanti come il Presidente della Società Metereologica Italiana Luca Mercalli, il Presidente di SMAT Paolo Romano e la speleologa Daniela Pani.
Si rinnova ance l’attenzione alle fasce deboli con concerti in case di riposo, in una comunità per il recupero da problemi psichici e di tossicodipendenza.
Gran finale il 19 novembre all’Auditorium del Lingotto di Torino dove andranno in scena gli artisti piemontesi famosi nel mondo.

LEGGI IL PROGRAMMA COMPLETO

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano