12.4 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Magliano (Moderati): “Il sostegno alle scuole paritarie è un fatto necessario”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Per Silvio Magliano Capogruppo Moderati consiglio comunale a Torino e in consiglio regionale piemontese: “’onere di sostenere le scuole paritarie è delle Istituzioni prima che delle famiglie, già duramente colpite dalla crisi”.

“È vero, come da più parti affermato, – dice Magliano – che la chiusura della Scuola non è solo una questione sanitaria, ma anche di visione politica. La prossima ripartenza del mondo economico porta automaticamente con sé il tema della riapertura delle Scuole. La gran parte dei piemontesi sta per tornare al lavoro ed è necessario assicurare alle famiglie la possibilità di lasciare i figli in luoghi protetti e, da tutti i punti di vista, sicuri. A partire, naturalmente, da quello sanitario. Quello delle Scuole Paritarie è tra i segmenti più colpiti dalla crisi in corso”.

Continua Magliano: “È il sistema scolastico nazionale nel suo complesso che deve essere sostenuto: le Paritarie ne sono parte integrante e costitutiva. Le Scuole Paritarie erogano un fondamentale servizio pubblico: dunque le Istituzioni, prima delle famiglie, sono chiamate a sostenerle. Due mesi di lockdown hanno dato origine a nuove, improvvise e prima neanche immaginabili povertà: è oggi ancora più assurdo di prima, dunque, pensare che le Scuole possano fare affidamento sulle sole rette versate dai genitori, com’è inevitabile se gli Enti sono in clamoroso ritardo nell’erogazione dei contributi.  La liquidità di molte Paritarie è ridotta: ogni Scuola che chiude è una perdita in termini di offerta educativa e di libertà di scelta. Dobbiamo pensare ai cittadini non solo in quanto lavoratori, ma anche, e anzi prima di tutto, in quanto genitori e in quanto componenti di una famiglia.

“I voucher babysitter sono – è evidente a tutti – una misura parziale e non in grado di coprire tutta la spesa: necessario introdurre altre misure, quali la proroga del congedo parentale. La riapertura deve avvenire in piena sicurezza: serve un protocollo condiviso e redatto con il contributo di tutte le parti in causa”, conclude Magliano.

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano