25.7 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

M5s e Lega disertano incontro su Tav, Laus: “Sgarbo a istituzioni e territorio”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Non si sono presentati all’invito del governatore del Piemonte Sergio Chiamparino i parlamentari della maggioranza di governo giallo-verde. Senatori e onorevoli piemontesi di Movimento 5 stelle e Lega non hanno preso parte all’incontro richiesto per discutere del futuro del Tav.
Un’assenza che non è passata inosservata al senatore Pd Mauro Laus che questa mattina è tornato nelle stanze dove fino a pochi mesi fa era presidente del consiglio regionale. La mancata presenza dei parlamentari di maggioranza per Laus «è uno sgarbo non solo istituzionale, ma al territorio, nell’interesse del quale la Regione ha avviato il coordinamento.
Oppure più tristemente è la rappresentazione plastica del fatto che con l’avvento del governo gialloverde i parlamentari di maggioranza non contano nulla».
Laus ha poi ricordato quanto riportato nel Contratto di governo firmato da Di Maio e Salvini: «Su questioni controverse come Tav è il cosiddetto Comitato di conciliazione a doversi esprimere, rendendo di fatto ininfluente il parere dei singoli deputati e senatori. E allora si faccia immediatamente chiarezza sulla sua composizione e poi lo si convochi perché il treno della Tav, che è opera di interesse nazionale, è già in movimento e il Paese non può permettersi di restare nell’incertezza».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano