13.6 C
Torino
lunedì, 27 Maggio 2024

L'Ufo svizzero e gli universi paralleli

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo
L’ultimo avvistamento avvenuto in Svizzera la notte del 31 marzo ripropone il consueto dilemma sui misteriosi oggetti volanti («Ma quale meteorite. Per noi è un UFO» oppure «No è solo un bolide») che tante persone documentano con testimonianze e filmati. Un evento quanto mai spettacolare in quanto avvenuto nel vivo di una limpida serata primaverile.
Per il Centro Ufologico Svizzero non ci sono dubbi: “E’ intelligente”, preso atto delle virate ed evoluzioni l’oggetto luminoso di forma ovale con varie fluorescenze cangianti anche verdi e gialle, ha compiuto sul Canton Ticino e per l’assenza di scie. Gli astronomi interpellati invece ribadiscono la tesi del bolide. Ovvero di un meteorite. Ovvero quello che resta dopo l’attraversamento dello scudo della nostra atmosfera che, in caso di oggetti più grandi, da origine ai bolidi che non “bruciano” come i frammenti che caratterizzano le cosiddette stelle cadenti. Come terza possibilità vi è quella del drone. Una ipotesi meno probabile in quanto l’oggetto aveva caratteristiche ed viaggiava a velocità che non si conciliano con questa tipologia di veicoli telecomandati.
Per gli astronomi eventi di questo tipo, con meteore che si incendiano incontrando le fasce alte della nostra atmosfera.,si verificano tutte le notti e analizzando le foto il loro responso è che non si tratta di un astronave aliena o di qualche altra misteriosa espressione.
Una cosa è certa il tema degli alieni è sempre vivo e crea attenzione. Vi sono continue conferenze, a pagamento, dove gli ufologi rivelano casi e misteri che la scienza ufficiale e i politici ci nascondono. Purtroppo restano sempre misteri.
Da tempo il programma scientifico Focus tiene una seguita rubrica “Alieni nuove rivelazioni”. Tra dossier segreti mostrati e interviste a uomini “che hanno visto”, di rivelazioni se ne vedono ben poche. Si sviscera tutta la tematica senza risparmiarsi nulla . Anche tesi e le situazioni più incredibili. Come quella che vorrebbe che entità aliene sarebbero intervenute durante la guerra fredda per evitare una guerra atomica. O che siano stati vanificati da intelligenze aliene pacifiste diversi test missilistici nucleari. Si parla dei livelli ultrainterrati di basi segrete in cui nei deserti americani, si praticherebbero incredibili esperimenti cogestiti con gli alieni. Per non parlare di chi afferma che entità rettiliane siano presenti anche nel parlamento americano e chissà in quale altra istituzione. SI parla anche di basi aliene nell’antartico. Su internet non mancano le foto di “buchi” nel ghiaccio che nasconderebbero grandi basi. Si afferma infine che molte delle recenti innovazioni, specie nella aereonautica, siano frutto di conoscenze riprese osservando materiali e componenti di veicoli non terrestri. Spesso si tratta della solita aria fritta. Come riguardo ai test su “impianti” che sarebbero stati installati su persone che dichiarano di essere state oggetto di Abducition ovvero rapimenti alieni. Se gli oggetti volanti non identificati sono una realtà, indipendentemente da quello che siano, per quanto riguarda le persone oggetto di rapimenti e con ipotetici strani oggetti impiantati e addirittura feti,le verifiche scientifiche non sono mai riuscite ad accertare nulla. Le ultime affascinati tesi affermano che questi alieni non arriverebbero da altri mondi ma bensì da altre dimensioni. Risultano molto interessanti le tesi, riprese dalla mitologia di tutti i continenti, (carri volanti tra i sumeri, vimane in india e i le ruote infuocate del profeta Ezechiele) secondo cui sarebbero degli alieni ad aver dato origine , con probabili interventi di ingegneria genetica , a quel “salto” che in poco tempo ha consentito all’uomo di coltivare, lavorare metalli, costruire piramidi e differenziarsi dagli essere primitivi. Secondo studiosi come Mauro Biglino la mummificazione non sarebbe altro che il tentativo di imitare le ibernazioni praticate dagli alieni.
Le ultime affascinanti ricerche legate alle applicazioni della fisica quantistica puntano ad un universo con più dimensioni che viaggiano oltre lo spazio tempo e oltre la materia. In fondo tutto è composto da particelle frutto delle esplosioni delle supernove e la parte materica di ogni atomo è “meno di una mosca in una cattedrale”. A quanto pare quella che alimenterebbe la continua e sempre più veloce espansione dell’universo sarebbe frutto della enigmatica “materia oscura”. Esiste ma nessuno sa da dove provenga. Forse da altre dimensioni che potrebbero trovare un ponte nei buchi neri o in altri stargate. Gli alieni oltre a giocare a nascondino potrebbero anche dirci qualcosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano