10.4 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Lo Russo presenta la squadra: “Solo vincendo possiamo far ripartire città”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Moreno D'Angelo
Moreno D'Angelo
Laurea in Economia Internazionale e lunga esperienza avviata nel giornalismo economico. Giornalista dal 1991. Ha collaborato con L’Unità, Mondo Economico, Il Biellese, La Nuova Metropoli, La Nuova di Settimo e diversi periodici. Nel 2014 ha diretto La Nuova Notizia di Chivasso. Dal 2007 nella redazione di Nuova Società e dal 2017 collaboratore del mensile Start Hub Torino.

“Abbiamo una coalizione più ampia e rappresentativa del 2006, che dà grande spazio ad espressioni della sanità, della cultura, del turismo. Una colazione coesa e generosa che ha saputo tenere insieme tutte le sensibilità del centrosinistra”.

Con questo incipit il candidato sindaco del centrosinistra Stefano Lo Russo ha presentato, insieme al segretario metropolitano del Partito Democratico Mimmo Carretta, la squadra dem per la sfida delle amministrative di ottobre. Una sfida che si affronterà nel pieno rispetto della parità di genere per le liste del centrosinistra per il Consiglio Comunale e per le Circoscrizioni.

Riprendendo il monito “il Pd deve essere generoso” del segretario Enrico Letta, ieri in visita a Torino, Lo Russo ha sottolineato il binomio generosità e rappresentatività, un concetto tutt’altro che astratto, ribadendo con orgoglio come il progetto politico del centrosinistra sia davvero inclusivo grazie ad un percorso del Pd torinese che ha incontrato il pieno sostegno del segretario nazionale. Un percorso che ha saputo tenere insieme tutte le espressioni del centrosinistra. “Rappresentiamo le migliori competenze, le migliori energie dei settori più vitali della città, con la consueta parità di genere. Una lista con venti uomini e venti donne guidate dalla capolista Gianna Pentenero”.

“Il nostro obiettivo – ha aggiunto il candidato sindaco del centrosinistra – è vincere al primo turno ma è evidente che la vittoria del centrosinistra dipenderà anche dal risultato del Pd e possiamo farcela”.

Lo Russo ha sottolineato l’importanza del decentramento amministrativo che, in questi anni a guida pentastellata, è rimasto al palo. Un decentramento che comporta una maggiore efficienza. Un discorso che passa attraverso una attesa e necessaria rivalutazione e rilancio delle Circoscrizioni. 

Un rilancio per il quale ritiene vincente il mix di autentico civismo e competenze rappresentate nel centrosinistra. Un livello che non ha confronti, secondo il candidato sindaco del centrosinistra, con la fuffa di un centrodestra in cui Damilano dovrà tenere conto dei suoi veri comandanti: Lega e Fratelli d’Italia. “Sono curioso di vedere cosa farà Damilano con il suo civismo e quali saranno i nomi proposti dalla destra a guida delle circoscrizioni”, si è infine domandato, ribadendo: “Occorre fare squadra perché solo vincendo si può far ripartire questa città”

In conclusione vi sono stati i ringraziamenti a Mimmo Carretta e Stefano Lo Russo da parte della veterana politica e capolista dem, la canavesana Gianna Pentenero: “Sono sicura di rappresentare una squadra con un progetto rivolto a tutta la città”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano