15.5 C
Torino
giovedì, 30 Maggio 2024

Lo Russo: “Appendino e M5s mendicano alleanze per il loro futuro”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Se nei giorni corsi si era fatto avanti l’ipotesi di alleanze politiche per le elezioni 2021, con Chiara Appendino che in un’intervista lasciava ipotizzare che si potesse allargare oltre il Movimento Cinque Stelle l’orizzonte per una ricandidatura.

Ora, il capogruppo in consiglio comunale a Torino del Partito Democratico, Stefano Lo Russo, le risponde chiudendole le porte in faccia. L’occasione è il dibattito in Sala Rossa a proposito del Bilancio comunale e alla delibera sulla rinegoziazione dei mutui.

Infatti l’esponente dei Dem si toglie qualche sassolino dalla scarpa: “Il Movimento Cinque Stelle governa questa città da quattro anni e sono quattro anni che non avete fatto altro che dire che chi governava prima era un pazzo indebitatore. Sindaca Appendino lei continua a venire qui a evocare unità di intenti e intenzioni di condividere. Noi siamo disponibili e lo siamo sempre stati tutte le volte che ha chiamato le forze di minoranza, peccato che tutte queste volte si riducono a una, quando stavate per perdere i soldi della metropolitana”.

In riferimento a una possibile alleanza per le prossime comunali a cui Appendino aveva accennato Lo Russo precisa: “Queste dichiarazioni che rasentano il ridicolo noi ce le ricorderemo a breve, quando qualcuno verrà a mendicare un’alleanza con il Partito Democratico pur di rimanere alla guida di questa città”.

“All’interno del Movimento Cinque Stelle – prosegue – ho sentito tutti i registri nei nostri confronti: dagli insulti alle lodi. Poi c’è lei sindaca Appendino che gioca una partita anche molto personale e glielo dico con franchezza e pubblicamente: se pensate di poter avere dopo anni di insulti un minimo di interlocuzione favorevole, la prima cosa per ottenere interlocuzione è il rispetto”.

Insomma un fronte unitario tra M5s e Pd non sembra proprio possibile per Lo Russo: “Dopo l’estate se la vostra unica speranza di sopravvivenza sarà cercare alleanza con Partito Democratico non vi offendete se troverete resistenza. Noi non condividiamo niente di quello che avete fatto”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano