21.3 C
Torino
martedì, 28 Maggio 2024

Litigi nell'area cani di parco Ruffini. La circoscrizione 3 interviene per dire basta

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

L’area cani di parco Ruffini torna a far discutere. Dopo un’estate ricca di litigi, risse e scontri non solo fra cani ma anche e soprattutto tra padroni, a dire basta, stavolta, ci pensa la direttamente la Circoscrizione 3.
Il consigliere Stefano Bolognesi, di Forza Italia, ha deciso di portare la questione in Consiglio, chiedendo di intervenire il più tempestivamente possibile per la stesura di un regolamento all’interno dell’area riservata ai cani, già divisa in due parti, una per quelli taglia grande e l’altra per le taglie più piccole, ma al momento sprovviste di cartellonistica.
Il parco, aperto ufficialmente al pubblico da giugno 2014, è stato teatro di screzi e litigi tra padroni, dovuti all’incompatibilità tra i rispettivi animali, e per questo, in seguito a diverse segnalazioni e lamentele, la Circoscrizione ha deciso di realizzare al più presto dei cartelli per regolamentare il comportamento di chi frequenta il parco. Dalla tempistica concessa ad ognuno all’interno dell’area, alle regole di comportamento civico e civile anche più scontate, che spesso però, vengono a mancare, come l’obbligo di raccogliere i bisogni del proprio animale e di assicurarsi la chiusura del cancello di ingresso.
Un vademecum insomma, una piccola ma fondamentale guida per i padroni degli amici a quattro zampe, che della novità si dicono soddisfatti, mentre Stefano Bolognesi, dal social spiega e avverte: «Ho richiesto di convocare nuovamente la VI commissione presso l’ area oggetto di interpellanza con la partecipazione di tutti i consiglieri, cittadini e l’addetta al servizio tecnico della Città di Torino per analizzare insieme l’ andamento della struttura realizzata e studiare le possibili migliorie da apportare nella stessa».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano