14.1 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Le regolamentazioni del gioco a Torino

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Potrebbe arrivare prima delle vacanze estive la sentenza del Tar del Piemonte che metterà la parola fine alla disputa sull’ordinanza per il gioco d’azzardo a Torino. Già, perché lo scorso settembre in uno dei primi atti della sua giunta la sindaca Chiara Appendino aveva annunciato e poi deliberato una nuova ordinanza che regolava l’uso di macchinette per il gioco d’azzardo nei bar e locali della città.
Una decisione presa per rispettare la legge 9/2016 della Regione Piemonte che chiedeva nuove misure contro la dipendenza da gioco. L’ordinanza emessa del Comune stabiliva infatti nuovi e limitati orari per slot machine e videopoker: solo otto ore al giorno, dalle 14 alle 18 e dalle 20 alle 24.
Un’ordinanza che però aveva suscitato non poche polemiche tra i gestori dei bar e dei locali, che in molti casi avevano deciso di provare a eludere le regole. E così in pochi mesi sono fioccate le multe: 126 in totale, con cifre che andavano tra i 500 e i 1500 euro.
Fino a quando il proprietario di un bar ha deciso di fare ricorso contro l’ordinanza, presentando una richiesta di sospensiva visto i minori introiti che la nuova disposizione comunale aveva causato alla sua attività. Richiesta accolta dal Consiglio di Stato che ha invitato l’amministrazione comunale di Torino a sospendere l’ordinanza, come è poi stato fatto a partire da fine gennaio 2017.
Il caso è dunque passato al Tar del Piemonte che deciderà se le misure prese della sindaca Appendino si possano considerare valide o no. Per il momento si è tornati al regolamento del 1998 che stabilisce invece un orario facoltativo compreso tra le 10 del mattino e le 2 di notte.
Certo è che al di là delle norme comunali il mondo del gioco d’azzardo è cambiato notevolmente negli ultimi anni e in particolare dall’arrivo di internet. Infatti, negli anni si è diffusa sempre di più tra gli amanti del gioco d’azzardo la frequentazioni di casinò online certificati AAMS. Siti internet che offrono un’ampia scelta di giochi: dalle classiche slot, al poker fino a roulette e blackjack. Come detto da un po’ di tempo a questa parte il numero di giocatori che scelgono questi siti è aumentato notevolmente, anche per un fattore di comodità. Infatti, si può giocare tranquillamente da casa propria e a qualunque ora, senza temere ordinanze comunali e multe.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano