10.8 C
Torino
martedì, 21 Maggio 2024

Le imprese straniere in Piemonte crescono ancora. Unioncamere: “Risorsa preziosa da valorizzare”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Bernardo Basilici Menini

Crescono ancora le imprese straniere in Piemonte: nel 2015 si è registrato un ulteriore aumento del 4,4% rispetto al 2015. Le attività imprenditoriali dei non italiani iscritte alla Camera di Commercio, così, toccano adesso quota 40.716 sul territorio regionale. Il tutto conferma il trend che ha visto negli ultimi quindici anni un aumento delle imprese straniere in Piemonte, fenomeno che non si è arrestato con la crisi economica.

Tra i principali fattori alla radice ci sono i processi di sostituzione rispetto alle imprese italiane, che al contrario hanno visto invece una marcata diminuzione, e la necessità di fronteggiare la maggiore difficoltà di trovare lavoro dipendente, elemento intrinsecamente legato alla congiuntura economica. Costruzioni, commercio, turismo e attività manifatturiere sono i settori in cui le imprese straniere hanno proliferato con maggior forza, accentuando in buona parte, anche in questo caso, un trend preesistente. I tassi di crescita più alti nel Piemonte si sono registrati nelle province di Cuneo (+5,6%), Alessandria (+5,3%) e Torino (4,5%). L’aumento nel capoluogo piemontese è più marcato rispetto allo scorso anno, quando la crescita registrata era stata dell’1,7%.

Il principale obbiettivo strategico, quindi, diventa quello di favorire una collocazione delle imprese in aree a medio e alto valore aggiunto, cercando di contrastare la segregazione in settori e prodotti a bassa qualità e combattere i fenomeni di concorrenza sul ribasso dei prezzi.

Il presidente di Unioncamere Piemonte, Ferruccio Dardanello, è intervenuto commentando i dati e ha sostenuto come «L’imprenditoria straniera rappresenta una risorsa preziosa per il nostro territorio, che è cresciuta negli ultimi anni, a dispetto di un calo generalizzato delle imprese registrate in Piemonte. Spetta alle istituzione –ha aggiunto valorizzare e sostenere questi imprenditori, attraverso politiche mirate di sostegno al credito. Il Sistema camerale sostiene finanziariamente il Fondo di garanzia per il Microcredito della Regione Piemonte, a supporto dei soggetti non bancabili, come gli immigrati, per aiutarli nelle loro idee», ha concluso Dardanello.

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano