9.5 C
Torino
martedì, 27 Ottobre 2020

La verità: questa sconosciuta

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Perché il sindaco Appendino mente? Credo sia corretto chiarire le ragioni che hanno portato alla esclusione di Torino dalla candidatura olimpica.
Con Delibera del Consiglio Comunale di Torino del 19 Luglio 2018 assunta con il voto favorevole di 22 consiglieri Cinque Stelle (tra cui anche 2 consiglieri fortemente critici all’iniziativa olimpica), venne deliberato quanto segue:
di proseguire il percorso di candidatura intrapreso con la consegna dello Studio di Fattibilità, vincolandolo alle seguenti condizioni:
1. che venga effettuata un’analisi costi benefici, preventivamente e su tutte le candidature italiane, da parte del Governo Nazionale o di un ente terzo designato dallo stesso, da sottoporre al CONI come elemento in più per la valutazione dei dossier;
2. che si escluda la formazione di debito per gli Enti Locali a qualsiasi titolo, prima, durante e dopo l’evento;
3. che siano previste sinergie unicamente con località dell’area metropolitana torinese, in quanto palesemente in sintonia con i principi di sostenibilità economica, ambientale nonché con i criteri di competitività internazionale;
4. che, per la realizzazione dell’evento, venga rispettato l’indirizzo politico espresso dal Consiglio Comunale mediante la piena adozione dei punti di cui al “considerato che” del presente atto.
Da quanto precede emerge con chiarezza che il Sindaco Appendino non era autorizzato dal Consiglio Comunale a partecipare all’iniziativa olimpica insieme a Milano e Cortina e per far ciò avrebbe dovuto chiedere un nuovo voto al Consiglio Comunale di Torino.
In detta sede vi era il rischio che la maggioranza Cinque Stelle non reggesse e la Delibera venisse approvata con il voto favorevole delle opposizioni. Ciò sarebbe stato il De profundis della Giunta Pentastellata.
Questa la vera ragione che ha portato il Sindaco Appendino a dire no alla candidatura olimpica contrariamente a quanto da Lei dichiarato agli organi di stampa.
È grave che il Sindaco Appendino abbia preferito privilegiare l’interesse alla coesione della sua maggioranza, rispetto a quelli della Città, e della Città Metropolitana e dei Torinesi, ma è ancora più grave che il Sindaco Appendino continui a mentire.
Scritto da Alberto Morano, consigliere comunale di Torino “Lista Morano”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Notte di guerriglia contro le chiusure

Fuochi di artificio, lanci di bottiglie, petardi, bombe carta e cori contro la giunta regionale e contro le forze dell’Ordine schierate in...

Ore 18: chiudono bar e ristoranti

Il silenzio è interrotto solo dal rumore delle sedieche vengono impilate e delle saracinesche che calano. Mancano pochi minuti alle 18, l'ora...

Inizia il lunedì di protesta a Torino: taxi in piazza Castello contro chiusure

Mentre per la serata sono attese due manifestazioni di protesta contro il nuovo Dpcm firmato ieri da Conte e che prevede la...

Elena Piastra positiva al Covid. La sindaca di Settimo: “Non abbassiamo la guardia”

Il test rapido le ha dato esito positivo e ora farà il tampone molecolare per averne conferma. La sindaca di Settimo Elena...

“Siamo costretti a chiudere”. La protesta di Confesercenti contro il Dpcm

“Alle 18.00 siamo costretti a chiudere, ma avere un futuro è un nostro diritto”. È questo il messaggio del manifesto che migliaia...