13.2 C
Torino
mercoledì, 29 Maggio 2024

La rimozione dei cartelli NO ZTL non piace ai consiglieri di circoscrizione M5s: “Tutelare la libertà di espressione”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Anche all’interno del Movimento Cinque Stelle non è piaciuta l’idea di mandare gli agenti della polizia municipale di Torino a far togliere dalle vetrine i cartelli contro la nuova ZTL.

Mentre la sindaca Chiara Appendino plaude attraverso i social all’iniziativa del consigliere comunale pentastellato Antonio Fornari, il quale ha pubblicamente detto di essere stato lui ad aver chiesto l’intervento dei civich, c’è chi in casa grillina contesta quanto accaduto.

Stiamo parlando del gruppo consiliare M5s della Circoscrizione 1.

«Il Gruppo Consigliare Movimento 5 Stelle della Circoscrizione 1 comunica la sua disapprovazione alla censura e limitazione del dissenso. Sì legge in un post di un consigliere comunale (Antonio Fornari, ndr) che i volantini esposti sulle vetrine di alcuni negozi non erano compatibili con il regolamento pubbliche affissioni della città. Non trattandosi di affissioni pubblicitarie ma di mera espressione di opinione dei commercianti, nonostante esprima opinione contraria a quella del gruppo consigliare, riteniamo sia doveroso permettere a chiunque la libertà di espressione».

La nota è a firma dei consiglieri Serena Gamba, Tea Castiglione e Walter Vallini.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano