25.9 C
Torino
venerdì, 3 Luglio 2020

La Regione Piemonte pronta a fare da sola la Tav

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...

Torino, scoppia la rivolta contro la polizia in corso Giulio. Quattro anarchici fermati (VIDEO)

Secondo gli anarchici si è trattato di un sopruso delle forze dell'ordine, mentre la polizia replica che il tutto sarebbe scoppiato per impedire l'arresto...
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuovasocietà. Caporedattore dal 2017. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano.

Se il Comune di Torino dice No alla Tav, la Regione Piemonte vuole dire si. Infatti, in un ordine del giorno presentato dal capogruppo di Forza Italia Andrea Fluttero approvato dal consiglio regionale si dichiara la Torino-Lione un’opera «di interesse strategico»e si stabilisce che di fronte a uno stop dei lavori la Regione «acquisisca dal Governo la titolarità per la parte italiana della sua valorizzazione, sostituendo in tutto o in parte lo Stato nella compagine societaria e partecipando alla suddivisione dei futuri ricavi».«Poiché il Piemonte sta trattando con lo Stato sull’autonomia differenziata – così Fluttero e gli esponenti azzurri hanno spiegato il senso dell’odg – la Tav rientri nella partita. La Regione chieda di ridiscutere i quasi dieci miliardi annuali di residui fiscali che il Piemonte versa in più rispetto a quanto riceve dallo Stato, e chieda al Governo una cifra adeguata per cofinanziare l’opera».
A votare favorevolmente all’ordine del giorno tutti i partiti ad eccezione del Movimento 5 Stelle. E non sono mancati momenti di tensione durante il dibattito in aula, mentre il presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino ha ribadito di volere un incontro con il governo. «Pretendo, come istituzione, di essere sentito dal governo. A giugno ho scritto al ministro Toninelli per chiedere un incontro; subito dopo la conferenza sulle infrastrutture ho scritto al premier Conte e non mi è stato risposto. Venerdì incontrerò con i sindaci il prefetto di Cuneo sulla vicenda dell’autostrada Asti-Cuneo e chiederò al prefetto, come rappresentante del Governo, di intercedere perchè non è tollerabile che i rapporti istituzionali vengano sostituiti con rapporti tutti interni ai partiti o come dite voi – ha concluso rivolto ai consiglieri del M5s – ai movimenti».
Chiamparino si è poi tolto anche qualche sassolino dalla scarpa per quanto riguarda il vicepremier Matteo Salvini: «Ho sentito dal ministro Salvini dichiarazioni ambigue sulla Tav perchè mentre dice che le altre opere vanno bene, sulla Tav ribadisce che bisogna fare la solita analisi costi-benefici e poi si valuterà. Su questo tema servono risposte chiare e inequivocabili che dicano che si va avanti sul tunnel di base ma queste non lo sono e servono solo a fare perdere ulteriore tempo e qui tempo da perdere non c’è più».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Caso Ogr, Cirio: “Per martedì un incontro, troveremo soluzione”

A seguito delle polemiche sulla rilocazione del Covid Hospital inserito all'interno delle Officine Grandi Riparazioni,oggi Il il presidente della Regione Piemonte, Alberto...

Caso Ogr, Laus(PD): “E’ suicida l’idea di guardarle morire”

Il Senatore Mauro Laus del Partito Democratico chiede l'intervento di Regione e Comune per non lasciar morire le Officine Grandi Riparazioni, che...

Università Torino, stop borse di studio per gli “studenti violenti”

Niente borse di studio per gli universitari che sono considerati dei "violenti e facinorosi". Così è stato deciso da un provvedimento, definita...

Torino 2021, la Lega pronta a governare la città

La Lega torna in strada a Torino. Dopo i mesi di lockdown che hanno costretto allo stop delle iniziative sul territorio parte...

Prodi: “Non serve lo scontro generazionale per costruire un futuro su basi solide”

“E’ solo dalla proposta, dai contenuti che può nascere una classe dirigente. Il generico cambiamento non rinnova le cose”. Con la consueta...