16.9 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

La protesta delle mamme inglesi: occupano negozio per allattare i loro bimbi

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Sono arrivate con i loro bebè a bordo dei passeggini allo Sport Direct del centro di Nottingham e una volta entrate nel negozio di articoli sportivi circa 70 donne hanno iniziato ad allattare i loro pargoli tutte assieme.
È questa la protesta messa in scena dalle neomamme inglesi dopo che lo store ha cacciato la venticinquenne Wioletta Komar che mentre era tra le corsie ha dovuto interrompere lo shopping per allattare il figlioletto di tre mesi. La donna, dopo che il piccolo ha iniziato a strillare desideroso della sua razione di latte, si è fermata in un angolo del negozio per offrirgli il seno, mentre aspettava che il padre provasse alcune t-shirt. Ma uno dei commessi ha chiesto alla mamma a uscire visto che quello che stava facendo era “contro la politica del negozio” invitandola piuttosto ad andare nel vicino McDonald.
Dopo l’accaduto la donna ha anche inviato una lettera di lamentele alla catena di articoli sportivi ma non ha mai ricevuto risposta. Così, tante altre mamme hanno deciso di esprimere la loro solidarietà alla donna. Con un tam tam attraverso i social network si sono date appuntamento allo store con i bebè dove poi sono state per circa un quarto d’ora dando da mangiare ai piccoli. Davanti agli occhi, questa volta impotenti, dei commessi che hanno dovuto aspettare che la protesta finisse.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano