24.7 C
Torino
sabato, 20 Luglio 2024

La app Smat è ora disponibile anche per i dispositivi Android

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La Smat supera tutte le barriere tecnologiche. Infatti da oggi è disponibile una applicazione targata “Smat” anche per i dispositivi Android.
La app, già disponibile per i dispositivi Apple, iPhone, iPad, iPod Touch, è ora fruibile anche per i dispositivi che hanno quel sistema operativo ed è scaricabile gratuitamente dallo store di Apple e Android.
Questa applicazione permette di ottenere informazioni relative ai servizi svolti dall’azienda, consente di eseguire le operazioni di sportello e di inviare segnalazioni.
Per chi desidererà usufruire del servizio dovrà autenticarsi con username e password, mentre quelli già registrati sullo sportello online possono utilizzare le stesse credenziali.
«L’home page della app – spiega la Smat – contiene informazioni sull’azienda e le funzioni di login e logout dallo sportello. Da questa pagina è possibile visitare il sito internet istituzionale di Smat, inviare una e-mail o effettuare la chiamata rapida al numero verde».
Un servizio articolato ed efficiente. Dall’area “utenti”, infatti, è possibile inoltre visualizzare i propri dati, le utenze associate, accedere allo storico bollette e lo storico letture, inviare le autoletture, richiedere la cessazione, la voltura o un cambio di recapito. Mentre dall’area “servizi per i pubblico” si può inoltre accedere alle pagine dei Toretti, dei Punti Acqua, degli sportelli Smat e dei Comuni serviti.
Dalla pagina “Notifiche” si possono inviare segnalazioni e visualizzare i dati relativi alla qualità dell’acqua. Dalla pagina delle “Impostazioni” si può infine accedere alle funzioni di configurazione dell’app.
Un servizio importante, come detto, che colloca la Smat tra le prime aziende del servizio pubblico locale ad aver attivato un’app che le consente di avere a disposizione un nuovo canale attraverso il quale raggiungere i propri utenti e garantire loro un servizio aggiuntivo.
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano