-2.1 C
Torino
venerdì, 27 Gennaio 2023

Juventus, approvato il bilancio. Il 18 gennaio il nuovo Cda

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Dopo quattro ore di seduta è stato approvato all’unanimità il bilancio 2021/22 della Juventus, chiuso con una perdita di esercizio di oltre 238 milioni di euro. 

Gli azionisti riuniti allo Juventus Stadium hanno votato il bilancio che è statoriveduto rispetto al progetto originario alla luce di quanto emerso nell’indagine della Procura di Torino ma i vertici del club ribadiscono la correttezza dell’operato. “Sono convinto che il consiglio di amministrazione abbia lavorato bene, la Juventus saprà dimostrare in ogni sede le sue buone e legittime ragioni – ha affermato il presidente dimissionario, Andrea Agnelli – I rilievi sollevati nei nostri confronti non sono giustificati e su questo siamo confortati dal parere di professionisti ed esperti indipendenti, che hanno attestato la piena correttezza dell’operato del consiglio”. 

“La decisione di lasciare non è stata facile, mi sono impegnato al massimo e in spirito di servizio ho ritenuto opportuno fare un passo indietro. La Juventus viene prima di tutto e di tutti, fino alla fine” ha proseguito Agnelli nel suo intervento ad apertura di assemblea. 

La prossima assemblea è stata convocata il 18 gennaio 2023 per l’approvazione del nuovo consiglio di amministrazione dopo le dimissioni, a fine novembre, di quello guidato da Andrea Agnelli. La lista dei cinque nuovi consiglieri proposta dall’azionista di maggioranza Exor è stata resa nota eri mattina. Il 29 novembre la stessa Exor ha designato quale nuovo presidente Gianluca Ferrero.
Agnelli ha concluso i lavori ringraziando gli azionisti: “Una presenza che testimonia l’affetto verso la Juventus, in una giornata atipica, due giorni dopo il Natale. Auguri a tutti di buon 2023, ci vedremo il 18 gennaio”.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano