16.9 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Juve-Toro, gli striscioni della vergogna: la polizia indaga

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

“Quando volo penso al Toro” e “Solo uno schianto”. Sono questi i due vergognosi striscioni che sono apparsi ieri allo Juventus Stadium nella curva bianconera durante il derby che ha portato alla vittoria della Juve grazie alla rete di Tevez.
Un atto vergognoso che ironizza sulla tragedia che distrusse il Grande Torino il 4 maggio 1949 quando l’aereo su cui volava la gloriosa squadra si schiantò su Superga.
Non è la prima volta che gli juventini espongono striscioni di tale foggia. L’anno scorso sempre durante la partita Juve-Toro era apparsa la scritta: “Noi di Torino orgoglio e vanto, voi solo uno schianto”.
Netta la condanna del presidente Andrea Agnelli che affida la sua denuncia a un tweet: «Le tragedie non si toccano. Mai. No agli striscioni e ai cori canaglia. Tutti».
Ora bisogna pensare alle conseguenze. L’anno scorso il giudice sportivo aveva punito il club bianconero con diecimila euro di multa. Ora, data la recidività, potrebbe esserci una pena più pesante con la chiusura di uno o più settori dello stadio.
Ora la polizia sta indagando sull’accaduto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano