20.9 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Incendi boschivi, revocato stato di pericolosità in Piemonte

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Moreno D’Angelo

La tregua nelle condizioni meteorologiche ha fatto sospendere lo stato di massima pericolosità per rischio incendi boschivi dichiarato il 21 gennaio  dalla Regione Piemonte. Lo strano inverno senza pioggia con temperature alte e suoli aridi ha comportato condizioni di rischio elevate in cui è sufficiente qualche folata di vento caldo per dare  origini a incendi anomali in questa stagione.

Un quadro allarmante che ha impegnato duramente centinaia di uomini e donne dei Vigili del fuoco, forestale, protezione civile e volontari AIb (corpo volontari antincendi boschivi del  piemonte), coinvolgendo anche gli equipaggi dell’ elicooperazione e dei Canadai in 220 interventi (62 nella sola provincia di Cuneo). Operazioni fondamentali per la difesa del patrimonio boschivo e la tutela degli insediamenti urbani in cui non si è verificato nessun grave incidente.

L’Assessore regionale all’Ambiente Alberto Valmaggia ha ringraziato i corpi intervenuti per la preziosa opera nel controllo del territorio e spegnimento degli incendi: «Sono state giornate intense e faticose svolte a favore di tutta la comunità, con la dimostrazione di un forte impegno civile».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano