25.3 C
Torino
domenica, 26 Giugno 2022

Inaugurate le nuove “Officine S”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

il 16 dicembre hanno finalmente ripreso vita le storiche Officine Savigliano di corso Mortara 24 a Torino. Negli spazi dell’ex stabilimento SNOS sono state inaugurate le nuove Officine S.

U n format originale di rigenerazione urbana, che coniuga nuove esperienze di intrattenimento, tra food, sport, eventi, appuntamenti culturali, spettacoli unici e attività del tutto innovative.

Ma è un’apertura davvero particolare: non una classica inaugurazione, ma l’avvio di una “long opening” che durerà per alcuni mesi e trasformerà, ancora una volta, una parte essenziale di città, pensata per tutti i suoi cittadini e anche per chi arriva da fuori.

Officine S: S come Savigliano, ovviamente, ma anche come svago, sapori e sorprese. Tantissime novità per tutti, dai più piccoli ai più grandi. Per quattro giorni, fino a domenica 19, una grande festa rivolta a tutti in cui Officine S si presenta alla città con tanti eventi, spettacoli e appuntamenti.

Da sempre capitale industriale e oggi rinnovato polo attrattivo e di innovazione, Torino torna ancora una volta a splendere grazie a un nuovo spazio tutto da vivere.

Dimenticatevi il concetto di centro commerciale: nella prima capitale d’Italia, oggi sotto i riflettori di tutto il mondo grazie ai grandi eventi del tennis, delle sperimentazioni spaziali, del cibo e del green, prende vita una nuova forma di condivisione di antichi spazi, che mette al centro le comunità che li vivono.

Un po’ di storia…

Dopo anni di attesa, tornano a brillare così le antiche Officine Savigliano. Nel cuore pulsante della nuova Spina 3 di Torino, dove fino agli anni Novanta sorgevano i grandi stabilimenti produttivi di Fiat e Michelin, immersi nel polmone verde del Parco Dora, parco post-industriale di 456mila metri quadri a due passi dal fiume e dall’omonima stazione ferroviaria, hanno riaperto i cancelli di un grande spazio urbano che oggi, finalmente, trova una nuova collocazione: commerciale, sociale, culturale e ambientale.

Lo spazio ha visto nascere e svilupparsi la Società Nazionale Officine di Savigliano, meglio conosciuta come SNOS, una delle più prestigiose società industriali italiane di meccanica, elettrotecnica e carpenteria metallica del Novecento.

Fondata a Torino il 17 luglio 1880, SNOS si specializzò soprattutto nella costruzione di treni e materiali ferroviari, ponti e attrezzature belliche in tempo di guerra. Una realtà che ha segnato indissolubilmente la storia economica e industriale del Dopoguerra, in Italia e in Europa.

Chi si è occupato della riqualificazione

Oggi, il progetto Officine S, a partire dall’ideazione fino al progetto di restyling della struttura, passando dal naming al branding del prodotto finale, è stato affidato alla società Laurenzi Consulting, società di consulenza con vasta esperienza nazionale e internazionale nel settore Food & Beverage, che ne ha affidato l’esecuzione ai due architetti torinesi Valentina Pelizzetti Marco Gini.

Lo sviluppo “chiavi in mano” del progetto è stato affidato invece al gruppo Policentro, attivo da oltre 40 anni in Italia ed all’estero sul mercato della promozione e dello sviluppo di centri commerciali e polifunzionali.

La gestione di Officine S è stata affidata ad Odos Servizi, società specializzata di Odos Group, che mette a disposizione del progetto il suo bagaglio ultra ventennale di esperienza nella gestione di polarità commerciali.

Officine S supera il concetto di centro commerciale

Dopo anni di abbandono, in piena pandemia che ha costretto allo stop dei lavori, e nonostante la crisi del supply chain che fa scarseggiare le forniture, Officine S scommette sul futuro, e lo fa su Torino.

Officine S è una “piazza lineare” lunga 300 metri, tra le più lunghe gallerie d’Europa, che si sviluppa sia all’interno che all’esterno della struttura originale delle storiche Officine Savigliano, conservate in tutti i loro tratti industriali. All’esterno, una promenade di 160 metri con dehors e spazi tutti da vivere. 12.600 metri quadri di spazi, con il 96% della superficie già commercializzata e 26 attività che aprono subito o lo faranno a inizio 2022.

Residenti, professionisti, studenti, turisti, giovani e famiglie, anziani tornano a vivere le storiche Officine Savigliano, che si trasformano in una grande “agorà” dedicata al buon cibo, al divertimento, allo sport, alla cultura e al relax.

Officine S punta a diventare uno spazio di aggregazione popolare, dinamico, una piattaforma fisica di animazione e intrattenimento di forte impatto, al servizio di un bacino primario di circa 340mila residenti stimati nei 10 minuti di percorrenza, all’interno di uno dei quartieri più effervescenti e in continua evoluzione del capoluogo piemontese.

Le novità all’esterno: una promenade di 160 m con dehors sul Parco Dora

I visitatori di Officine S possono frequentare tutti i giorni la galleria anche solo per fruire degli spazi pubblici e del nuovo viale pedonale, che si affaccia sul rinnovato Parco Dora.

Una delle grandi novità all’esterno è proprio questa: un ampio spazio pubblico che corre lungo la facciata della struttura e sul quale sorgono dehors e vetrine dei locali dedicate anche al take way. Un’area pedonale allargata e trasformata, sicura ed accessibile, che si va ad innestare sulla lunga pista ciclabile che collega il Parco Dora al resto della città.

Una lunga promenade di 160 metri che prende vita grazie anche ad una serie di arredi urbani – dalle panchine alle fioriere ai pannelli anti-rumore – che impreziosiscono l’area e fanno dialogare interno ed esterno della galleria.page2image17263488

Un’opera di arredo urbano che viene regalata alla città su suolo pubblico, che arricchisce l’edificio e lo trasforma in modo funzionale. Luogo ideale anche per ospitare mercatini e feste, sia d’inverno che d’estate.Per chi si sposta in auto o moto viene mantenuto anche il parcheggio a fianco della strada, per chi arriva in bicicletta o monopattino a disposizione rastrelliere e spazi dedicati.Un nuovo polo attrattivo, grazie alla sua posizione strategicaLe Officine S si candidano a diventare il nuovo polo attrattivo di Torino, anche grazie alla posizione estremamente strategica che occupano.Snodo essenziale per il traffico torinese, a pochi minuti dal centro e dalla principale stazione ferroviaria cittadina di Porta Susa, lungo l’asse che porta alle rinnovate OGR, alla nuova sede RAI e al grattacielo di Intesa Sanpaolo, si trova davanti al Parco Dora e accanto alla più piccola stazione dei treni, che attraversa Torino da nord a sud in soli 15 minuti e collega la città con l’aeroporto di Caselle.A pochi passi il MAcA-Museo A come Ambiente dedicato ai bambini, il bellissimo skate park Parco Dora e l’avveniristica Chiesa del Santo Volto: ce n’è davvero per tutti i gusti.Addio periferia, insomma. La Spina 3 e in particolare il tratto di corso Mortara diventa, finalmente, un nuovo centro cittadino: non più solo un luogo di passaggio, ma un ambiente tutto da scoprire in cui le persone possono vivere esperienze diverse durante tutto l’arco della giornata, sia all’aperto che al chiuso.Le novità all’interno: dalla memoria industriale a nuovi format di intrattenimentoMa cosa c’è dentro alla vecchia galleria? Prima di tutto, lo storico stabilimento industriale SNOS resta intatto. È stata volutamente mantenuta l’architettura originale, con i celebri “cubotti” di matrice industriale, che rappresentano la memoria storica dell’edificio.Ma le novità sono tante: Officine S è una lunga galleria che ospita spazi e negozi dinamici per offrire ai suoi visitatori un’ampia scelta di attività innovative e divertenti.Accanto alle più classiche attività commerciali, trovano spazio aree gioco per bambini e ragazzi, una sala giochi e servizi per la cura della persona, dal parrucchiere al centro estetico alla farmacia. Restano i due supermercati già esistenti, Il Gigante e Lidl, ma arrivano grandi novità esclusive.Le grandi novità sono essenzialmente 4:1. Zero Gravity: la palestra di tappeti elastici più grande d’ItaliaZero Gravity, un successo straordinario: è la palestra di tappeti elastici più grande d’Italia, con scivoli, gonfiabili e tantissime attrazioni per i più piccoli, e spazi dedicati alle discipline acrobatiche, al freestyle e al parkour.Centro fitness con trampolini, tappeti, campi da basket, dove frequentare corsi, prendere lezioni private e organizzare feste di compleanno per bambini (età minima 5 anni). Da inizio gennaio.Dopo le due straordinarie aperture a Milano e Roma, dove c’è sempre il tutto esaurito, il terzo Zero Gravity sbarca a Torino e si preannuncia già un grandissimo successo. 3.900 metri quadri, la più grande infrastruttura di intrattenimento al coperto del Piemonte.page3image17074816
A Milano, dov’è nato nel 2011, Zero Gravity ospita 250mila bambini e ragazzi l’anno solo nei
giorni di sabato e domenica, con 120 feste di compleanno in media al mese. Decine gli accordi con associazioni, scuole, oratori, campus estivi per attività di gioco e intrattenimento a base sportiva.2. Miniso: il primo gadget store nel Nord Italia di ispirazione giapponese
Miniso 
è il brand lifestyle di tendenza di ispirazione giapponese: offre oggettistica,
prodotti per la casa, cosmetici e alimenti di alta qualità a prezzi accessibili. Piccoli e grandi
gadget, smart e low cost, con una particolare attenzione al green.Dal punto di vista commerciale, Miniso è la vera novità sul mercato italiano dell’entertainment retail. La vera novità? Vende tutti oggetti brandizzati: da Disney a Coca-Cola, da Marvel a NBA.Le prime aperture in Italia hanno fatto registrate numeri da capogiro. 11 store già all’attivo per la catena in Italia, Miniso Torino è il primo del Nord Italia e si attendono nei prossimi mesi 40 nuove aperture in tutto lo Stivale.
3. MA Bookstore: la prima libreria contemporanea made in Italy, esperienziale &
greenUna prima assoluta in Italia, targata MOOKS: a Torino sbarca MA Bookstore, la prima libreria esperienziale futuristica e green, con oltre 30mila titoli, un’area co-working open free, un caffè letterario, uno spazio kids e un forum per tanti eventi culturali da non perdere.
Il nome MA nasce da un ideogramma giapponese, che si può tradurre come “spazio vuoto tra
due elementi strutturali”. Nelle case giapponesi il MA rappresenta lo spazio spirituale nel quale l’individuo riposa la mente, in armonia con ciò che c’è e ciò che non c’è.
La mission di MA Bookstore è ricreare questo concetto anche nella libreria: uno spazio per
fuggire dalla frenesia quotidiana, rinfrancare la mente e nutrirla. Tutti gli arredi riflettono il
mood del concept, riprendono la naturale curvatura dei tronchi degli alberi, creano una sorta di
galleria che avvolge il visitatore.Un progetto che si fonda su tre cardini: ecosostenibilità, comfort e multimedialità, ovvero la scelta di dare vita a uno spazio dove la cultura è armonia e rispetto della natura, ricrea il calore domestico ed è a misura della Generazione Z.U n brand 100% napoletano che entro il 2022 prevede altre 10 aperture nelle maggiori
città italiane, fino ad arrivare a 30 entro il 2024: Catania, Cagliari, Pavia, Roma, Napoli
(flagship), Salerno, Padova, Arezzo, Bologna, Sanremo e Parma. Perché lo start a Torino? Per promuovere ecosostenibilità proprio in un luogo che in passato è stato un grande generatore di inquinamento. Dal 6 gennaio.4. Doppio Malto: la birra artigianale italiana che ha conquistato l’Europa
Dopo il grande successo in Italia e in Europa, e l’apertura al Settimo Cielo Retail Park diSettimo Torinese che fa sempre il pieno, ecco il primo Doppio Malto nella città di Torino.Uno spazio di 600 metri quadri aperto ogni giorno a pranzo e a cena con aree relax e giochi per adulti e bambini. Un biliardo, un calcetto, un’area bimbi, e soprattutto buon cibo con proposte che vanno dalla carne alla brace alla pizza, passando per burger, insalate, galletti e uno speciale menù bambini.
E naturalmente, le 14 birre artigianali di produzione propria. Tutto è iniziato nel birrificio
Doppio Malto di Erba, Como, dove sono nate decine di tipologie di birra che hanno ottenuto oltre 100 premi in tutto il mondo.

Per festeggiare la nuova apertura a Torino, fino al 6 gennaio il menù bambini sarà gratuito per tutti i piccoli accompagnati da un adulto, e la prima birra sarà offerta a tutti i clienti sia a pranzo che a cena.

Tutte le aperture a Officine S

In famiglia, con gli amici o da soli, Officine S è per tutti e si concentra su tre esperienze diverse, che non a caso iniziano con S: Sapori, Svago e Sorprese.

Sapori

Ristoranti e bar, storici e assolutamente nuovi, per soddisfare tutti i palati, a qualunque ora: dalla colazione alla pausa pranzo, passando dallo spuntino pomeridiano fino all’aperitivo e alla cena. Ecco tutte le aperture:

Doppio Malto birreria con cucina Costadoro Social Coffee
Demir Kebab
I Love Pokè (gennaio 2022)
Nonna Pina piadineria (gennaio 2022) M**bun (2022)

Il Gigante Lidl

Svago

Tante attrazioni nuove tutte da provare, con alcune esclusive per il Nord Italia e il Piemonte:

Zero Gravity (gennaio 2022) Miniso
MA Bookstore (6 gennaio 2022) Il Planetario (gennaio 2022) One’s Ease (abbigliamento) Zuiki (abbigliamento)

Sarni Oro
Jean Louis David
Pale Blue (assistenza e riparazioni) Parafarmacia Sant’Ignazio.

Sorprese

Non mancano certe le novità e i progetti in cantiere di Officine S. Spettacoli, live music, eventi, appuntamenti culturali, presentazioni e molto altro, organizzati negli spazi della galleria sia per grandi che per piccini.

I numeri di Officine S

Un investimento complessivo di oltre10 milioni di europerPolicentro, guidato dal presidente Massimo Teppa, che con l’aiuto dell’architetta Valentina Pellizzetti ha curato il progetto di recupero e restyling della galleria.

Sul fronte lavoro, attualmente sono oltre 100 i professionisti impiegati nel cantiere, tra operai, esperti e tecnici.

A regime ci saranno oltre 200 dipendenti diretti più almeno altri 100 nell’indotto, con un impatto economico importantissimo sul sistema locale.

Molto positive anche le ricadute attese sul quartiere e il territorio, con una riqualificazione che

rimette al centro abitanti, lavoratori e turisti.

Officine S lancia un concorso per studenti e neolaureati in Architettura e Design

Chiamata per studenti e neolaureati in Architettura e Design, da primavera 2022. Officine S è uno spazio in continua evoluzione, una piazza creativa. Proprio per questa ragione ha deciso di lanciare un’iniziativa che coinvolgerà studenti e neolaureati in Architettura e Design con base a Torino per realizzare il progetto di allestimento del soffitto della galleria.

In questo contesto lineare e dal carattere industriale, lo sguardo va rivolto verso l’alto, verso quel lunghissimo spazio che diventerà la tela su cui esprimere il proprio estro creativo e progettuale.

Spazio anche ai bambini. La chiamata sarà estesa anche ai più piccoli, che potranno divertirsi a immaginare il soffitto di Officine S, grazie a una fantastica iniziativa.

Si parte a primavera 2022. Presto su social e sito tutti i dettagli dell’iniziativa.

-------------------------------------
Gli eventi dal 16 al 19 dicembre

16 dicembre

Dalle 18 alle 20 Music Show con la comicità di Max Angioni e le voci di Giulia Penna, Comete, Luca Re e L’IDL delle folle. Conduce Marco Maccarini

17 Dicembre

Dalle 18 alle 20 Cucinare diverte!: showcooking “irriverente” con gli chef Stefano Callegaro e Stefano Gorno. A seguire, esibizione di Rossana De Pace e Open Stage musicali di band emergenti.

18 Dicembre

Dalle 16 alle 20 Urban Adrenaline: esibizioni sport experience con CUS Torino e la crew freestyle Da Move + Open Stage band emergenti.

19 Dicembre

Dalle 15 alle 19 Christmas Time per i più piccoli: Babbo Natale incontra i bambini e distribuisce dolciumi nel villaggio natalizio.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano