-0.1 C
Torino
mercoledì, 1 Dicembre 2021

Impianto eolico domestico: che cosa è ed i vantaggi

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nuova Società - sponsor

Secondo delle stime, l’energia eolica costituisce una delle fonti rinnovabili più promettenti per soddisfare i fabbisogni non solo del settore industriale ma anche quelli domestici. L’energia eolica, infatti, potrebbe arrivare a toccare il 14% dei consumi elettrici di tutta Europa, con un conseguente importante risparmio in bolletta e minor impatto ambientale rispetto ad altre fonti. Proprio per questo, sempre più persone, ricorrono all’istallazione di un impianto eolico domestico.

Che cosa è l’impianto eolico domestico?

L’impianto eolico domestico funziona come un qualsiasi impianto eolico. Sfrutta la forza motrice prodotta dal vento per creare energia, utilizzando le turbine e le pale eoliche che trasformano l’energia cinetica in energia elettrica. L’impianto eolico domestico, però, si differenzia dal suo “fratello maggiore” in primo luogo per le dimensioni, ovviamente più ridotte; e poi per l’energia prodotta, che non viene venduta ma è utilizzata per il consumo familiare. Lo scopo dell’impianto eolico domestico, quindi, è quello di essere indipendenti nel consumo di energia e risparmiare sulla bolletta. Esistono due tipologie di impianto eolico domestico: quello mini-eolico, dalla potenza di 20 kW e quello micro-eolico, dalla potenza di 0,5 kW. Nel primo caso si tratta di impianti destinati all’intera abitazione, mentre in caso di impianto micro-eolico è possibile soddisfare il fabbisogno energetico di piccoli ambienti come le singole stanze.

I vantaggi dell’impianto eolico domestico

Uno dei primi vantaggi collegati all’impianto eolico domestico riguarda il suo funzionamento: esso può essere utilizzato anche senza connessione alla rete elettrica nazionale, quindi in modalità “off grid”, ad esempio nei rifugi in montagna oppure per le imbarcazioni da crociera di grandi dimensioni. Tuttavia, per un corretto utilizzo dello stesso, è necessario che sia istallato in luoghi dove il vento è presente frequentemente ed in maniera abbastanza forte da azionare le pale eoliche. Inoltre, c’è da considerare che per istallare questi impianti è possibile usufruire di incentivi statali promossi dall’UE. Non sono, inoltre, necessarie autorizzazioni comunali per installare un impianto eolico domestico, purché non superi i 10 metri d’altezza.

Tipi di impianto eolico domestico

Esistono due differenti tipologie di mini impianto eolico: a pale orizzontali ed a pale verticali. Nel primo caso, si tratta di impianti formati da tre pale eoliche ed un generatore di 3 kW, alla quale vanno aggiunte turbine da istallare sulla cima di un tetto oppure in un garage, o in altre zone molto ventose. Tuttavia, si tratta di un tipo di impianto che può essere azionato anche da una piccola quantità di vento, e che può essere orientato in base alla direzione del vento. Le pale eoliche verticali, invece, sono istallate su una torre di sostegno, che consente di distanziare ciascuna pala eolica. Si tratta della soluzione ideale per i condomini oppure per abitazioni dotate di tetti piani e terrazzi, poiché funziona anche quando il vento non è molto veloce e prescindendo dalla direzione in cui soffia il vento. La durata dell’impianto è di circa 20 anni, ed esso resiste anche alle turbolenze in maniera ottimale, nonostante le dimensioni compatte. Per scegliere l’impianto eolico domestico più confacente alle proprie esigenze, è sempre consigliabile rivolgersi ad un professionista capace di valutare la zona di istallazione.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano