12.9 C
Torino
mercoledì, 22 Maggio 2024

Il vicesindaco Montanari dà la colpa all’autista: “Non sono io il responsabile”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

di Bernardo Basilici Menini

Il vicesindaco Guido Montanari interviene sulla questione della sua auto blu parcheggiata nel posto riservato ai disabili. Il fatto sarebbe stato incriminato da una foto scattata dal consigliere di Circoscrizione VIII Alessandro Lupi e finita sui social network.

A stretto giro la risposta del vicesindaco alle accuse: «Non sono responsabile del comportamento personale di un autista tenuto a rispettare il codice della strada», dice Montanari.

«Ho appreso dell’accaduto dagli organi di informazione – riprende il vicesindaco – non posso rispondere di comportamenti di cui non sono responsabile. Ho chiesto agli uffici di avviare una indagine interna. La mala-sosta è un fenomeno che va combattuto con forza».

La risposta arriva dopo che in brevissimo tempo erano volate polemiche sul gesto. L’inserimento su Facebook aveva portato a un tam tam social con una velocissima diffusione della foto postata da Lupi. Tanto da portare Fabrizio Ricca della Lega Nord a chiedere le dimissioni del vicesindaco.

La questione, in effetti, scoppia in un momento e con un elettorato particolarmente delicato per il tema. Anzitutto perché la Sindaca Chiara Appendino aveva dichiarato guerra alla “malasosta” nelle scorse settimane. Quindi perché il popolo del Movimento 5 Stelle si è da sempre dichiarato ostile all’utilizzo delle auto blu da parte di politici e amministratori.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano