15.2 C
Torino
mercoledì, 22 Maggio 2024

Il Comune non paga chi ha lavorato per le elezioni: retribuzione attesa da quattro mesi

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Presidio dei lavoratori che hanno svolto il servizio di allestimento delle cabine elettorali per le elezioni amministrative dello scorso ottobre e che ancora non hanno ricevuto il loro compenso, lunedì 7 febbraio proprio davanti a Palazzo di Città. 

Durante i due turni elettorali la cooperativa Proagents, in appalto del comune di Torino, ha impiegato i lavoratori nelle operazioni di allestimenti dei seggi, ma nonostante le ripetute diffide ancora oggi non è stato versato il compenso ai lavoratori.

Il 14 dicembre si era tenuto un primo presidio e la stessa amministrazione comunale aveva garantito di assumersi la responsabilità di pagare i lavoratori in qualità di committente. “Ad oggi tuttavia le procedure per adempiere a tale promessa sono stagnanti e il pagamento dei lavoratori resta incerto, in assenza di qualsivoglia tempistica” spiegano i lavoratori.

Il presidio di lunedì avverrà in occasione della presentazione dell’attuazione del PNRR da parte del sindaco. Con i lavoratori ci saranno anche disoccupati e precari dell’organizzazione Dobbiamo Vivere: “si chiede una tempistica certa e l’attuazione immediata delle procedure necessarie per arrivare al pagamento del loro stipendio” ribadiscono.

Durante il presidio i lavoratori consegneranno anche una lettera da loro scritta al comune di Torino.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano