13.6 C
Torino
domenica, 23 Giugno 2024

Il centrodestra brancola nel buio: ancora nessun avversario per Chiamparino. Berlusconi annulla l'incontro di lunedì

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Adesso ci si mette anche Silvio Berlusconi a remare contro il centrodestra piemontese, come se l’esistenza di questa parte politica non fosse già minata abbastanza, tra conflitti interni e Sergio Chiamparino.
Insomma, il Cavaliere dà il colpo di grazia. Infatti Gilberto Pichetto, coordinatore nazionale di Forza Italia, ha dato il triste annuncio: l’Arcorino ha annullato l’incontro elettorale fissato per lunedì perché ricoverato al San Raffaele di Milano: «Il presidente – ha riferito – ci ha comunicato di voler provare fino all’ultimo un recupero per lunedì».
Pichetto però cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno: «La sua volontà di venire nonostante tutto – conclude Pichetto – ci dà in ogni caso la carica per andare avanti in questa campagna elettorale con l’obbiettivo di accoglierlo a braccia aperte con tutto il centrodestra unito per vincere».
E intanto il centrodestra non trova una quadra per mettersi d’accordo sul possibile candidato che dovrà battere Chiamparino e unire tutto il “popolo destro”.
Cota auspica che si riesca a trovare «un’intesa tra le forze che compongono la maggioranza, altrimenti si rischia di lasciare campo libero a chi non lo merita». Ma in ogni caso «la Lega è pronta a correre da sola», fa sapere il governatore illegittimo.
«Non faccio previsioni, spero che un accordo si trovi – ha ribadito Cota – Noi siamo propensi a ricercare la migliore soluzione possibile. Riteniamo non ci debbano essere impuntature da parte di alcuno, anche se è chiaro che abbiamo nostri punti programmatici, come la fiscalità regionale e il rapporto con Roma. Sui territori spira un vento di autonomia, lo si vede in Veneto, in Lombardia ed anche in Piemonte».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano