18.3 C
Torino
venerdì, 12 Agosto 2022

I mobili made in Italy tra i più esportati al mondo

Più letti

Nuova Società - sponsor

Neanche l’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del Covid è servita per arginare la diffusione dei mobili Made in Italy nel mondo: si tratta di un marchio di fabbrica del nostro paese che viene universalmente riconosciuto come un prodotto di qualità assoluta al punto che, anche oggi, le vendite continuano a registrare incrementi costanti in tutto il mondo.
I dati recenti parlano di ultimo biennio come periodo particolarmente prolifico per la vendita di arredamenti su misura Made in Italy. Segno di continuità ma anche di ricerca costante di qualità dei prodotti quando si parla di arredamenti da utilizzare all’interno della propria abitazione. La conferma è arrivata dall’ultimo Rapporto Coop 2021, riferito proprio alla penetrazione di elementi di arredo Made in Italy a livello globale.
Una conferma, come si diceva, ma anche un elemento assolutamente positivo visto il periodo particolare che si sta attraversando, che avrebbe potuto lasciar pensare ad una crisi susseguente al Covid. 

Le realtà italiane di arredamento

L’Italia è un’eccellenza assoluta per quanto riguarda mobili ed elementi di arredo, tutto il mondo li apprezza e li richiede. Esistono distretti specializzate, zone di Italia dove questa tendenza è maggiore, soprattutto nel nord: è il caso dell’Emilia Romagna, del Piemonte e soprattutto della Lombardia, in particolare in alcune aree come la Brianza dove c’è un forte legame tra territorio e produzione di arredamento Made in Italy e dove operano realtà come Arienti Arreda, attive da decenni proprio in questo comparto. 
All’estero il Made in Italy rappresenta un’eccellenza assoluta in diversi settori, tra questi c’è proprio il mondo ricco ed articolato dell’arredamento, che qui in Italia si snoda tra eccellenze operanti nel campo dei mobili su misura e dell’arredo artigianale. Non quindi soltanto produzione in stock, ma anche prodotti artigianali che proprio in questa manualità vedono un valore aggiunto da offrire sul mercato. 

La crescita dell’arredamento Made in Italy nel mondo

Entrando nello specifico dei numeri, sempre secondo i dati forniti dall’ultimo Rapporto Coop 2021 si è registrato, nei primi 5 m4esi dell’anno in esame, un incremento di vendite all’estero di arredo Made in Italy del +43%. Si parla in particolare di imbottiti, camere da letto, cucine, arredo bagno. 
Quello che all’estero è particolarmente apprezzato dei mobili Made in Italy è la loro versatilità, la longevità e quindi l’affidabilità dei materiali utilizzati per la realizzazione: in una parola unica, qualità, che in un mercato globalizzato dove hanno fatto la propria comparsa, da tempo, tante realtà operanti nel low cost, è un elemento che riesce ancora a fare la differenza.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano