11.7 C
Torino
venerdì, 26 Febbraio 2021

Guida alla scelta di un monitor PC. Caratteristiche e funzionalità

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

In un mondo di dispositivi tecnologici a portata di mano, c’è anche chi, per scelta o per esigenza, predilige ancora i tradizionali monitor Pc fissi. 

Un ottimo schermo pc è essenziale a chi passa molte ore lavorando, giocando online, leggendo per svago o guardando film. 

Le nuove generazioni di monitor sono estremamente comode, leggere e di ottima qualità e soddisfano le aspettative di tutti. Ma vediamo come sono cambiati nel tempo e quali funzionalità bisogna tenere d’occhio nella scelta di un monitor Pc.

Una prima distinzione importante riguarda lo schermo che può essere dotato di tecnologia LED o LCD. Queste tecnologie rappresentano le caratteristiche tecniche dello schermo. In realtà tutti i monitor presentano la tecnologia LCD, che può essere o meno anche LED. LCD sta per Liquid Crystal Display ovvero schermo a cristalli liquidi. Ciò vuol dire che all’interno dello schermo è presente una sostanza liquida contenuta entro due pannelli che sono in comunicazione con le componenti elettriche. Questa interazione permette di creare e visualizzare le immagini sullo schermo. La funzione LED è quella di retroilluminare le immagini. 

Gli schermi LCD si distinguono poi in base al tipo di pannello utilizzato in IPS, TN e VA. I monitor IPS forniscono ampi angoli di visuale e riproducono colori di qualità elevata. La tecnologia IPS è la migliore per la riproduzione video e foto, per questo è una peculiarità essenziale per chi si occupa di grafica. I monitor TN, invece, è una tecnologia più vecchia rispetto alla precedente. In questa tecnologia, i cristalli liquidi sono perpendicolari al pannello e determinano un’immagine di qualità inferiore. Infine, i monitor VA rappresentano la via di mezzo tra la prima e la seconda tecnologia. 

Un’ultima distinzione fondamentale riguarda la risoluzione in pixel dello schermo. Abbiamo i monitor Full HD, ovvero 1920×1080 pixel, ideali per le attività di gioco. Poi troviamo i monitor in 2K che hanno una risoluzione di 2560×1440 pixel e sono i più adatti per i lavori di grafica, editing foto e video. E infine, lo schermo da 4K, meglio noti come Ultra HD, con una risoluzione di 3840×2160 pixel, i più moderni in commercio. In questo caso, per sfruttare a pieno uno schermo 4K vale la pena di avere un processore e una scheda video di livello medio-alto. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano