21.3 C
Torino
martedì, 28 Maggio 2024

Golpe 3.0. Come Erdogan ha fermato il colpo di Stato con FaceTime

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Un colpo di Stato 3.0 è stato fermato anche grazie a smartphone, applicazioni, sms e social.
Mentre si contano i morti, più di duecento, del tentato golpe in Turchia, la notte appena passata racconta di un Paese nel caos che il presidente Erdogan ha riconquistato, da un aereo che ha continuato a volare sui cieli turchi, in circolo, come dimostrano i tracciati di flightradar24.
È bastata un applicazione del suo iphone al presidente per annunciare al popolo che lui era ancora al comando. Non solo. Tramite FaceTime ha invitato i turchi a scendere in piazza.
E cosi è stato. Mentre le televisioni venivano oscurate, Twitter e Facebook raccontavano cosa avveniva, con filmati e immagini.
Ironia della sorte, scrive oggi Huffington Post Italia, Erdogan “salvato” proprio da quei social che lui vuole spegnere.

Scrive il giornale israeliano Haaretz: «Forse quei messaggi che Erdogan è riuscito a fare utilizzando uno smartphone, le applicazioni di messaggistica istantanea e i social media lo hanno contribuito a salvarlo? Le forze a lui fedeli probabilmente avrebbero vinto comunque e il popolo lo avrebbe sostenuto lo stesso, ma certamente le nuove tecnologie hanno giocato un ruolo. Ed è stato tristemente ironico che nel momento in cui Erdogan è stato tagliato fuori dalla sua base di potere, abbia fatto ricorso alla tecnologia e alla rete che cercava da anni di demonizzare e di spegnere».

Difficilmente Erdogan sarà benevolo con i militari golpisti arrestati, come è difficile che il presidente lo sarà nonostante l’aiutino con i nuovi mezzi di comunicazioni, che oggi gli hanno salvato probabilmente anche la vita, ma che lui, in quanto strumento democratico, odia.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano