17.6 C
Torino
domenica, 14 Luglio 2024

Gli auguri di Papa Francesco

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Come vuole la tradizione in questi giorni è un continuo scambio di auguri, anche tra quei condomini che di regola nel corso dell’anno, se incontrano nell’ascensore di casa un essere umano emettono un grugnito equivalente ad un saluto e per darsi un contegno rivolgono subito per la millesima volta lo sguardo verso il cartellino con su scritto “Portata chilogrammi 250, persone tre”.
Non ha rispettato questa regola “del Santo Natale tutti buoni” l’inquilino più importante del condominio che si trova Oltretevere, all’ombra del Cupolone. Senza perifrasi Papa Francesco ha accusato i suoi interlocutori di «Alzheimer  spirituale», «schizofrenia esistenziale»; ha definito la curia vaticana «un’orchestra che produce chiasso», infestata da «esibizionisti, calunniatori, diffamatori, terroristi delle chiacchiere e omicidi a sangue freddo della fama dei propri colleghi».
E per non farsi mancare niente ha condannato l’invidia, la pigrizia mentale, il servilismo.
In una stagione storica, politica e morale come quella che stiamo vivendo, in cui ci capita spesso di non trovare più punti di riferimento, anche un agnostico, non credente, sente con piacere le frequenti parole di Francesco, “Cichin ad Porto Comaro”, come lo chiamano i compaesani della famiglia Bergoglio.
 
 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano