14.1 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Giunta Chiamparino, verità per Giulio Regeni

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

La Regione Piemonte conferma il suo impegno sul caso di Giulio Regeni, il giovane ricercatore scomparso nel febbraio dell’anno scorso e poi trovato morto sulla strada Cairo-Alessandria, in Egitto.

La Giunta piemontese ha deciso di aderire alla campagna #veritàperGiulioRegeni promossa da Amnesty International, mentre il Consiglio ha approvato all’ unanimità un ordine del giorno di adesione alla “Settimana per Giulio Regeni”, dal 25 giugno al 3 luglio, presentato dalla consigliera del Pd Enrica Baricco

Il consigliere di Fratelli d’Italia Maurizio Marrone ha presentato un ordine del giorno in cui chiede giustizia e verità per Andrea Rocchelli, giovane fotoreporter professionista ucciso, in circostanze oscure, durante un suo reportage sulla guerra del Donbass.

Il 4 aprile dell’anno scorso il presidente della Regione, Sergio Chiamparino, chiese ad Amnesty International l’esposizione di uno striscione ad un balcone del palazzo del governo regionale in piazza Castello e firmò una dichiarazione con la quale si impegnava “a sostenere le iniziative di Amnesty International” per “ottenere la verità sui motivi e sugli attori della morte del giovane ricercatore”.

Lo striscione con la scritta “Verità per Giulio Regeni” è rimasto esposto fino a fine del maggio scorso.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano