18.3 C
Torino
venerdì, 12 Agosto 2022

Giorgio Airaudo eletto alla guida della CGIL regionale 

Più letti

Nuova Società - sponsor
Nicola Rossiello
Nicola Rossiello
Romano di nascita, fieramente “terrone” di origini e orgogliosamente torinese di adozione. Poliziotto di professione dal 1986 e da subito impegnato nel Sindacato di polizia. Oggi faccio il Segretario Generale del SILP CGIL Piemonte.

E’ stato eletto oggi, al termine dell’Assemblea generale della CGIL Piemonte svoltasi alla presenza del Segretario Generale Maurizio Landini, il neo Segretario Generale della CGIL Piemonte. Sarà Giorgio Airaudo a guidare l’Organizzazione. Succede a Massimo Pozzi che termina così il suo mandato.
Nel suo intervento una serie di passaggi particolarmente significativi sono stati dedicati alle ricadute della pandemia, che ha toccato tutti e talvolta pagate con la vita da parte di una generazione che ha fatto la storia del sindacato in questi decenni.
Per questo l’attenzione del Sindacato, ha dichiarato, dovrà andare all’ambito dell’assistenza, della sanità, ma anche alle politiche della rappresentanza. Molte categorie di lavoratrici e lavoratori restano invisibili e precari, come avviene per quelli della logistica, che è stata la spina dorsale del Paese durante la pandemia. Territorialità e confederalità dovranno trovare nuove categorie contrattuali per dare effettivo compimento alla tutela e rappresentanza del mondo del lavoro.
Attenzione particolare ha inteso prestare alle donne, penalizzate nel ruolo, nella retribuzione e fino alle pensioni, ingranaggio della conciliazione vita e lavoro. Il Sindacato come soggetto attivo della sostenibilità sociale.
E ancora, davanti ai nostri occhi il mutamento del mondo del lavoro, ma anche della rappresentanza. Con questi aspetti dovrà confrontarsi il Sindacato del futuro.
Ancora un passaggio sulla difesa della salute pubblica, della sanità trascurata in senso strutturale e non solo occupazionale.
Airaudo vede il Sindacato impegnato anche a sollecitare la ricostruzione della sanità pubblica, ma anche a prestare la massima attenzione alle famiglie e al tema della non autosufficienza.
La sintesi é stata una visione che è, insieme, attenzione ai temi del lavoro e a quelli sociali del territorio.
Da sempre nel sindacato e accanto al sindacato, nel 2001 è eletto Segretario della Fiom provinciale torinese. Nel 2010 entra a far parte della segreteria nazionale dell’organizzazione diventando poi Segretario Nazionale della FIOM, come ha sottolineato lo stesso Maurizio Landini, che l’ha avuto al suo fianco nel periodo della trattativa Fiat.
Nel settembre 2020 viene eletto segretario della Fiom regionale.
Nel 2013 era stato eletto deputato con Sinistra Ecologia Libertà nella circoscrizione Piemonte 1, componente della Commissione XI (Lavoro pubblico e privato).
Nel 2015 eletto Consigliere comunale della città di Torino, presentatosi come candidato Sindaco e dimessosi, tuttavia pochi giorni dopo.
Si è espressa in favore della proposta di candidatura presentata da Maurizio Landini una larga maggioranza dell’assemblea.
La CGIL sarà guidata da un Giorgio Airaudo da sempre immerso nel territorio che vanta l’esperienza e la competenza necessaria all’Organizzazione, alle lavoratrici e ai lavoratori.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano