16.2 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

G7, bagarre in consiglio comunale. Lo Russo: “Montanari si ricordi che rappresenta la città”. Ricca: “Dimissioni”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

di G.Z.

E’ un consiglio comunale teso quello che segue la settimana del G7 conclusasi con gli incidenti di venerdì e sabato durante i cortei degli antagonisti.
A far scattare la scintilla, che ha costretto il presidente del Consiglio Fabio Versaci a interrompere la seduta, le parole del capogruppo Pd Stefano Lo Russo che ha chiesto al vicesindaco Guido Montanari di intervenire in merito alle sue dichiarazioni nei giorni del G7, vedendo respingere la sua richiesta di comunicazioni. «È scandaloso – ha fatto notare Lo Russo – che la sindaca a fronte di quanto successo non venga in aula a prendere le distanze da quei teppisti e delinquenti che hanno causato ferite alle forze dell’ordine mentre il suo vicesindaco si azzardava a fare un post sulla bellezza delle brioche. Caro vicesindaco lei rappresenta la Città e come tale si deve comportare. E Appendino dovrebbe prendere le distanze dal suo vice che solidarizza con delinquenti patentati».
Solo dopo la pausa il vicesindaco ha deciso di parlare per 30 secondi per alcune precisazioni: «In tutte le mie esernaioni ho espresso il diritto di critica personale a questo tipo di iniziative ho sollecitato che le manifestazioni fossero fatte democraticamene e pacificamente. Mi associo alla posizione della sindaca solidarizzando con le forse dell’ordine, che hanno contribuito a garantire che il G7 si svolgesse pacificamente».
Anche il capogruppo della Lega Nord Fabrizio Ricca è intervenuto esprimendo solidarietà agli agenti feriti e condannando le violenze e ha poi aggiunto: «Mi preoccupa pensare che il corteo terminato in scontri è partito proprio dalla Cavallerizza Reale che l’amministrazione vorrebbe concedere agli occupanti. Per quanto riguarda il vicesindaco Montanari penso che o è sfortunato o inadeguato: per toglierci ogni dubbio che dia le sue dimissioni».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano