2.4 C
Torino
venerdì, 22 Gennaio 2021

Folla nei negozi, più controlli e misure severe contro gli assembramenti

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

La folla che ieri si è riversata nel centro di Torino al primo giorno di apertura dei negozi del Piemonte in zona arancione fa preoccupare. Infatti la riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica che questa mattina ha coinvolto Prefetto, Questore, Comune e Regione ha stabilito maggiori controlli e monitoraggi dei comportamenti e dei flussi di gente per evitare un nuovo crescere dei contagi. 

“In esito alle valutazioni svolte sulla situazione e sull’andamento dei controlli effettuati nello scorso fine settimana si sono concordate alcune iniziative per contenere l’eccessivo affollamento nelle vie del centro” spiegano dal Tavolo. 

In particolare nella giornata di domani si terrà un incontro con le associazioni di commercianti e i gestori dei negozi del centro cittadino per stabilire misure organizzative e prescrizioni rigorose per evitare assembramenti. 

“Saranno inoltre svolti controlli a campione anche nei punti di accesso a Torino per verificare il rispetto delle limitazioni alla mobilità in vigore nella “zona arancione”, che prevedono, ora, la possibilità di spostarsi solo all’interno del proprio Comune ma richiedono la sussistenza di comprovati motivi, documentati attraverso l’apposita autocertificazione, per spostarsi con mezzi pubblici o privati in un comune diverso. Proseguiranno i controlli già messi in atto da parte delle Forze dell’ordine e della Polizia Municipale, anche con pattuglie appiedate” annunciano dal Tavolo per la sicurezza. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano