15.3 C
Torino
martedì, 28 Maggio 2024

Foibe, i falsi di Porta a Porta sanno di revisionismo

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Che si tratti o meno di revisionismo non spetta certo a noi dirlo, ma agli studiosi della materia. In quanto cronisti possiamo limitarci a segnalare un falso che è stato presentato sulla Rai il 4 febbraio nella puntata di Porta a Porta: “Giorno del Ricordo: Foibe strage a lungo dimenticata”.
Durante il servizio mentre viene pronunciata affibbiandola ai partigiani di Tito la parola “esecuzioni sommarie a Trieste” viene mostrata una foto di uomini impiccati. Logicamente il telespettatore che guarda il servizio pensa che gli impiccati appunto siano italiani uccisi per mano dei partigiani titini. Invece è un falso.
Già, perchè quella foto ritrae gli impiccati di Premariacco e di San Giovanni al Natisone ovvero 26 giovani uccisi dai nazisti per rappresaglia. Infatti tra il 17 e il 25 maggio del 1944 a San Giovanni al Natisone e a Premariacco, in provincia di Udine, vennero giustiziati dei soldati tedeschi. Da qui la rappresaglia che portò all’assassinio di 26 partigiani italiani.
Le foto che pubblichiamo arrivano dall’archivio dell’Anpi, Associazione Nazionale Partigiani d’Italia e sono le stesse che appaiono e che, come detto, vengono falsamente imputate ai partigiani titini nel servizio di Porta a Porta. Possibile che nessuno si sia accorto dell’errore? E come mai nonostante in rete già qualcuno prima di noi ha sollevato dubbi sull’autenticità dello scatto la Rai non sia corsa a chiedere scusa pubblicamente, dopo aver verificato come abbiamo fatto noi.
All’inizio dicevamo che al cronista spetta solo raccontare i fatti e che quindi non toccava a noi racchiudere la vicenda sotto il capitolo del falso. Però è difficile pensare che quanto avvenuto sotto la regia di Bruno Vespa sia solo un “banale errore”.
portaaportafalso impiccatipremariacco1 impiccatipremariacco2

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano