12.4 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Fassino a Rinaldi: “Riveda la sua posizione sul vagone di Levi”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

«Il soprintendente riveda la sua posizione». Il sindaco di Torino Piero Fassino invita il soprintendente dei Beni architettonici del Piemonte Luca Rinaldi a fare un passo indietro dopo che ha definito un baraccone che rovina piazza Castello il vagone che ricorda lo sterminio l’Olocausto e la deportazione degli ebrei e di Primo Levi davanti a Palazzo Madama.
Il primo cittadino spiega che non vuole fare polemiche ma quello che «il dottor Rinaldi definisce baraccone è il simbolo di quei treni piombati che hanno portato a morire sei milioni di persone».
«Viene esposto per un periodo della mostra dedicata a Primo Levi per ricordare a tutti quel terribile sterminio» aggiunge il sindaco e poi conclude augurandosi che il soprintendente riveda la sua posizione.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano