25.2 C
Torino
martedì, 23 Luglio 2024

Fan coil: un’interessante alternativa ai condizionatori e ai termosifoni 

Più letti

Nuova Società - sponsor

Da qualche tempo si sta sempre più diffondendo un’interessante alternativa ai condizionatori d’aria e ai termosifoni, i fan coil, noti anche come ventilconvettori e talvolta denominati anche termoventilatori

I fan coil sono i terminali che vengono impiegati negli impianti di riscaldamento e di climatizzazione e, di fatto, possono sostituire i tradizionali termosifoni o i condizionatori d’aria. 

Come funzionano i fan coil? 

I fan coil sono apparecchi che, all’interno del loro involucro, hanno i seguenti elementi: una o due batterie per lo scambio termico aria-acqua, un ventilatore, una vaschetta adibita alla raccolta dell’acqua di condensa (necessaria quando si sfrutta il fan coil per il raffrescamento dell’ambiente), un filtro. Il terminale è ovviamente collegato all’impianto di riscaldamento o di climatizzazione. 

Senza entrare troppo nei dettagli, il funzionamento dei fan coil può essere così semplicemente schematizzato: il ventilatore aspira l’aria presente nella stanza; l’aria aspirata viene purificata dal filtro dopodiché viene inviata alle batterie di scambio termico. A seconda che il fan coil sia stato impostato per riscaldare o raffreddare, l’aria cederà o assorbirà calore dall’acqua che è presente nei tubi di riscaldamento; a questo punto l’aria calda o fredda sarà distribuita nella stanza. 

Quando il fan coil funziona in modalità raffreddamento, viene attivata anche la funzione di deumidificazione; la condensa che viene a prodursi verrà raccolta nell’apposita vaschetta. Il processo di scambio del calore tra l’aria e l’acqua presente nell’impianto è noto come processo a convezione forzata

I fan coil, come accennato, sono apparecchi che si stanno diffondendo sempre di più perché presentano vari vantaggi che illustreremo più avanti; sul mercato sono presenti vari modelli, come si può vedere su Zeta Idraulica, uno dei principali store italiani per la vendita online di condizionatori, caldaie, fan coil, pompe di calore, termosifoni ecc. 

Ventilconvettori e termoconvettori

Alcuni considerano i termini fan coil e termoconvettore come sinonimi; in realtà non sono la stessa cosa; innanzitutto i termoconvettori sono impiegati per il riscaldamento dell’ambiente, mentre un ventilconvettore può essere utilizzato sia per il riscaldamento che per la climatizzazione estiva. In secondo luogo, il sistema di ventilazione di un ventilconvettore ha tempi di messa a regime più rapidi di quelli di un termoconvettore. 

Quali sono i principali vantaggi dei fan coil? 

Come accennato in precedenza il principio di funzionamento di un fan coil è quello a convezione forzata, processo che a livello prestativo è decisamente più efficiente rispetto a quello relativo ai tradizionali termosifoni. Grazie alla convezione forzata il ventilconvettore è in grado di “lavorare” l’aria anche a temperature di mandata decisamente più basse rispetto a quelle necessarie per un termosifone (45-50 °C contro 60-70 °C). In sostanza si ha un notevole risparmio energetico perché l’acqua non deve obbligatoriamente raggiungere una temperatura particolarmente elevata affinché il fan coil possa distribuire calore nell’ambiente. 

Il risparmio energetico porta ovviamente a una riduzione della bolletta energetica; si ha inoltre un impatto ambientale minore e si possono regolare facilmente temperatura e potenza. Si deve anche considerare che con un unico terminale si può sia riscaldare che climatizzare un ambiente. 

La disponibilità dei modelli, infine, è molto ampia e si ha la possibilità di scegliere il modello più adatto allo stile della propria abitazione; esistono infatti modelli a parete, modelli a incasso e anche modelli a soffitto. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano