2.8 C
Torino
giovedì, 27 Gennaio 2022

Enzo Lavolta non si candida: “Noi più importante di io. Aiuterò centrosinistra a vincere”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.


“Il noi, più importante dell’io”. Con questa frase Enzo Lavolta annuncia di rinunciare a candidarsi per la Sala Rossa, dopo ben 15 anni in cui è stato consigliere, assessore e vicepresidente del Consiglio Comunale. 

Lavolta, uscito sconfitto dalle primarie per il candidato sindaco, fa sapere che si concentrerà per aiutare il centrosinistra a Torino proprio a partire dall’esperienza delle campagna condotta per le primarie: “Questo progetto ha gettato semi importanti, è stato in grado di raccogliere tante competenze che altrimenti sarebbero restate in disparte. Le tante competenze incontrate hanno adesso bisogno dello spazio necessario per entrare nelle Istituzioni e portare avanti idee e progetti comuni”. 

“Penso sia giusto accompagnare e sostenere queste candidature frutto del percorso sin qui compiuto. Saremo presenti per tenere aperti i dialoghi, per continuare a costruire ponti e allargare il fronte progressista” prosegue Lavolta. 

“Il mio impegno oramai ventennale continua insieme alle persone e con la passione e con le idee che ci hanno accompagnato in questo anno. Darò, daremo il nostro contributo affinché Torino sia amministrata da una grande forza progressista. Il mio, il nostro impegno raddoppia e, anzi, triplica.Ora facciamo vincere il centrosinistra a Torino” conclude Enzo Lavolta.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano