13.4 C
Torino
martedì, 21 Maggio 2024

“Drughi Juve liberi”, manifesti a Torino per la liberazione degli ultras

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

“Drughi Juve liberi”: così recita la scritta comparsa su alcuni manifesti affissi nella notte a Torino. Un blitz del gruppo ultras bianconero Drughi Giovinezza, in solidarietà con i capi ultras arrestati nei giorni scorsi in un’inchiesta su presunte pressioni che i leader dalla curva juventina avrebbero fatto alla società,

Un’inchiesta definita dai Drughi Giovinezza “un polverone architettato per colpire tutto l’ambiente ultrà bianconero”. «Questa notte, per le vie di Torino, sono stati affissi centinaia di manifesti in favore dei ragazzi arrestati e diffidati nel corso del polverone architettato per colpire tutto l’ambiente ultras bianconero. Libertà per i nostri fratelli, colpevoli di amare e di lottare contro un sistema sporco che da anni vorrebbe la fine del tifo organizzato», spiegano da Drughi Giovinezza.

Si legge ancora sui manifesti: “Il mondo è davvero pieno di pericoli, e vi sono molti posti oscuri; ma si trovano ancora delle cose belle e, nonostante l’amore sia ovunque mescolato al dolore, esso cresce forse più forte”. Una citazione de “Il Signore degli anelli” di Tolkien

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano