19.4 C
Torino
mercoledì, 29 Maggio 2024

Daniele Viotti in radio racconta la vita ai tempi della Zona Rossa

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Daniele Viotti, ex Parlamentare Europeo, alessandrino di nascita e torinese d’adozione da lunedì conduce una trasmissione radiofonica ogni giorno alle 12 su Radio Banda Larga, una web community radio che trasmette da Torino.

Come mai questa decisione di condurre una trasmissione proprio in questo periodo?

L’idea ci è venuta all’improvviso domenica sera, quando ormai la Lombardia e mezzo Piemonte erano stati messi nella cosiddetta “zona rossa”. Con le ragazze e i ragazzi di Radio Banda Larga abbiamo pensato che fosse il momento di raccontare questo momento particolare che in qualche misura possiamo definire storico. Ci siamo detti: stanno cambiando le vite di tutte e tutti noi, milioni di cittadini dovranno rimanere chiusi in casa, non potranno andare al lavoro o vivere secondo le normali abitudini. Così siamo partiti subito lunedì mattino e da subito abbiamo deciso che doveva essere una trasmissione che doveva dare voce ai cittadini.

Che tipo di trasmissione avete pensato di costruire e presentare?

Dal momento della decisione di fare uno show radiofonico alla messa in onda sono passate solo dodici ore. La trasmissione si è costruita quasi da sola giorno dopo giorno e ho cominciato a darle una struttura: tutti i giorni un ospite del mondo della scuola, tutti i giorni un ospite dall’estero, e poi altri due ospiti dal mondo del lavoro, della politica o della cultura.

La trasmissione è cominciata lunedì scorso. Fino a quando andrà avanti?

Ovviamente io spero che la trasmissione possa terminare al più presto. Abbiamo cominciato con sedici milioni di italiani in zona rossa e dopo due giorni lo era tutta Italia. Però andremo avanti finché sarà necessario. Anzi, abbiamo deciso di trasmettere anche il sabato. Venerdì daremo una lunga serie di consigli su come passare il week end a casa. Già ora, tutti i giorni, chiedo a ogni ospite di suggerire un libro e un film. Nella puntata del venerdì invece ci saranno suggerimenti su serie TV che possono essere viste in un intero week end e le ricette della mia ex collega Renata Briano, ma anche consigli su alcuni buoni vini da accompagnare ordinandoli rigorosamente da chi fa consegne a domicilio.

Viotti come mai proprio la radio?

Intanto perché considero la radio uno strumento modernissimo e molto flessibile. Perché la radio è lo strumento di compagnia perfetto secondo me: non sei obbligato a fissare lo schermo, puoi ascoltarla anche facendo altro, tenerla come sottofondo facendo altre attività. In secondo luogo perché nei mesi scorsi ho prodotto e condotto un podcast dal titolo SX – La Sinistra spiegata parlando di politica, la mia grande passione e mi sono divertito molto. In più ho conosciuto Radio Banda Larga e ci siamo trovati bene insieme. È una radio con una programmazione musicale molto interessante, programmi che non si trovano su altre radio e abbiamo scoperto che possiamo collaborare bene insieme.

E con le nuove restrizioni come fate?

I ragazzi di Radio Banda Larga hanno aumentato le misure di sicurezza che già avevano adottato: non più di una persona in studio e continua disinfezione degli strumenti utilizzati. Ognuno di noi conduce il programma e poi si torna subito a casa. Lo diciamo in continuazione in diretta e lo facciamo anche noi per primi: rispettare al massimo tutte le indicazioni che ci sono state dettate dalle autorità ministeriali e sanitarie

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano