23.6 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

Sospeso lo storico mercato del Balon, ma vende online

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

A partire da Sabato 14 Marzo 2020 lo storico mercato del Balon di Torino sarà sospeso fino alla fine emergenza sanitaria, ma vende online.

Spiega il presidente dell’Associazione Commercianti Balon, Simone Gelato: «Il Balon è tra i più grandi luoghi di aggregazione e socializzazione dell’intero Piemonte: un vanto, qualcosa che va oltre l’essere uno storico mercato, è uno stato d’animo, un modo di vivere, ma che in questo caso può mettere a repentaglio il grande sforzo collettivo per contenere i contagi.

Invitiamo tutti voi a restare a casa, solo per un breve periodo, poi potrete tornare ad abbracciarvi e passeggiare per il Balon, molto presto, siamo fiduciosi. D’altronde cosa volete che siano alcune settimane quando venite a comprare oggetti e mobili che hanno alcune centinaia di anni!»

Per l’associazione «per prima cosa l’emergenza sanitaria e la salute dei nostri operatori e delle decine di migliaia di persone che vengono a trovarci ogni settimana».

«Immediatamente dopo per noi è fondamentale provare a garantire agli oltre 350 espositori che ogni settimana ci mettono tutta la loro passione e la loro vita in questo mercato, una possibilità di sostentamento per le proprie famiglie ed un’occasione di commercio, in questo momento molto difficile. Il Balon è fatto di persone che hanno reso un’arte “arrangiarsi”, una vera e propria scuola di vita e per questo abbiamo sempre un asso nella manica: da Sabato mattina alle ore 8.00 in punto, quando non potrete e non dovrete venire al Balon, troverete sul nostro rinnovato sito internet www.balon.it il mercato quasi completamente visitabile a 360°: potrete esplorare il mercato, sarà possibile chiacchierare in chat con i vostri espositori preferiti, potrete fare domande, acquistare o anche solo curiosare in attesa di poter tornare a trovarci di persona. Ci lavoriamo da tempo, grazie alla Città di Torino che ci ha cofinanziato tramite il bando di AxTO che abbiamo vinto proprio con un progetto per portare il Balon nelle case di tutti. Mai avremmo pensato di trovarci in questa situazione, ma siamo abituati a fare di necessità virtù e quindi siamo pronti per questa nuova sfida».

In ultimo, ma di primaria importanza, vogliamo fare un appello a tutte le persone che amano il Balon e che amano Torino: per tornare il prima possibile a passeggiare per il nostro splendido mercato bisogna dare una mano, oltre a stare a casa bisogna aiutare gli ospedali della nostra Città: ci uniamo all’appello di Specchio dei Tempi ed alla raccolta fondi che hanno prontamente organizzato e che qui riportiamo

Ma il Balon non deve restare solo: «Chi vuole essere con noi potrà farlo con donazioni online agli ospedali per il Coronavirus, quindi in totale sicurezza, causale “Emergenza Coronavirus”, Fondo 112, con:

– un bonifico sul conto intestato a Specchio dei tempi, via Lugaro 15, 10126 Torino, IBAN: IT67 L0306909 6061 0000 0117 200, Banca Intesasanpaolo oppure sul conto corrente postale 1035683943, intestato a Specchio dei tempi.

E’ anche possibile usare l’applicazione Satispay e versamenti con carta di credito direttamente dal sito di “Specchio dei Tempi”.Verranno quotidianamente pubblicati aggiornamenti sull’andamento delle donazioni agli ospedali di Torino e sulle attività della fondazione a contrasto del Covid-19.

«Oltre alle donazioni dirette, qualunque acquisto sul nostro sito di e-commerce ci consentirà di donare il 10% del ricavato per gli ospedali torinesi, per tutta la durata dell’emergenza sanitaria».

«Per tutti gli operatori del mercato è possibile creare un profilo gratuitamente e vendere sul rinnovato sito www.balon.it e la sua nuova sezione di e-commerce. Per attivare il proprio profilo o per avere un aiuto o una guida nelle semplici procedure contattateci. Sarà una piccola alternativa per rimanere in contatto con i vostri clienti e magari un’occasione di vendere qualcosa nonostante i mercati chiusi. Chiunque abbia partecipato al Balon può chiedere di attivare il proprio profilo.

Il 10% di ogni vendita avvenuta tramite il sito verrà donata agli ospedali di Torino fino a fine emergenza sanitaria. Ci siamo inoltre attivati per avere informazioni sugli aiuti statali, regionali e comunali che saranno disponibili per le categorie di operatori che partecipano ai nostri mercati: l’associazione sarà a disposizione per dare informazioni ed aiuto».

«Con la speranza che la difficile situazione duri il meno possibile, ci auguriamo di vederci presto al Balon. Da oltre 150 anni il Balon è il cuore di Torino, insieme supereremo anche questa. A presto per una grande festa al Balon.», concludono dall’Associazione Commercianti Balon

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano