19.4 C
Torino
mercoledì, 17 Luglio 2024

Coronavirus, “senza motivi validi non uscite di casa”. Altrimenti multa

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il Decreto #iorestoacasa ha portato non solo limitazioni a causa dell’emergenza Coronavirus, ma anche molta confusione.

In particolare è il capitolo che riguarda gli spostamenti. Infatti a molti non è ancora chiaro che la giustificazione per uscire di casa non vale solo se si superano i confini del proprio Comune di residenza, ma vale anche all’interno della propria città.

Tradotto: di casa si può uscire solo per andare a lavoro, per ragioni di salute o per l’acquisto ad esempio di beni essenziali.

Quindi la polizia di stato o locale può benissimo fermare e sanzionare chi viene trovato fuori casa senza un valido motivo. E quindi multarlo.

Il decreto firmato per la Lombardia e per le 14 province l’8 marzo ed esteso lunedì a tutto il territorio nazionale recita infatti:

“a) evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori di cui al presente articolo, nonché all’interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute. E’ consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza;
b) ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) e’ fortemente raccomandato di rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante;
c) divieto assoluto di mobilita’ dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus;”

Quindi il #iorestoacasa non è solo un consiglio o uno slogan. Una sorta di coprifuoco (termine orribile) a cui dobbiamo attenerci per il bene di tutti.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano