11.1 C
Torino
giovedì, 23 Maggio 2024

Coronavirus, la cura Trump: iniezioni di disinfettante e candeggina

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Durante la conferenza stampa il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha in pratica chiesto che gli scienziati impegnati per scoprire come sconfiggere il Coronavirus utilizzino i raggi ultravioletti e addirittura “iniezioni di disinfettanti e candeggina” sui malati di Covid-19.

“Vedo che il disinfettante lo distrugge in un minuto. Un minuto. Non c’è un modo di fare qualcosa di simile, iniettandolo? Sarebbe interessante verificarlo”, ha detto Trump, aggiungendo “Non sono un dottore, sono qui per illustrare delle idee”.

Ecco infatti non è un dottore. Quelli veri hanno subito replicato a Trump definendo il suo suggerimento “irresponsabile e pericoloso”.

“L’idea di iniettare o ingerire qualsiasi tipo di prodotto disinfettante nel corpo è irresponsabile è pericolosa”, ha spiegato l’esperto pneumologo Vin Gupta. Gupta ha inoltre ricordando che ”è un metodo comune che le persone usano quando vogliono uccidersi” è proprio quello indicato da Trump come cura per il Coronavirus.

 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano