10.4 C
Torino
lunedì, 20 Maggio 2024

Coronavirus, Fase Due, Conte: “Se ami l’Italia mantieni le distanze”. Ecco cosa si può fare: la bozza del decreto

Più letti

Nuova Società - sponsor
Giulia Zanotti
Giulia Zanotti
Giornalista dal 2012, muove i suoi primi passi nel mondo dell'informazione all'interno della redazione di Nuova Società. Laureata in Culture Moderne Comparate, con una tesi sul New Journalism americano. Direttore responsabile di Nuova Società dal 2020.

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in diretta su Facebook annuncia l’inizio della Fase 2, che dal 4 maggio in poi segnerà la fine del lockdown dell’emergenza Coronavirus, e una ripresa delle attività, pur con restrizioni e nuove regole.

“Se ami l’Italia mantieni le distanze” è il motto di questa Fase 2 in cui quindi si chiede a tutti di mantenere il distanziamento sociale e l’uso delle mascherine, che saranno calmierate nel prezzo, attorno ai 50 centesimi per quelle chirurgiche, mentre è al vaglio l’abolizione dell’Iva sul prodotto. “Sarà fondamentale il comportamento responsabile di ciascuno di noi: Non bisogna mai avvicinarsi, al distanza di sicurezza deve essere di almeno un metro. Con più di 37,5 febbre si deve stare a casa”. Mentre un capillare rapporto quotidiano tra Roma e le regioni monitorerà le singole situazioni e stabilirà se necessario introdurre misure più severe in alcune zone.

Dal 4 maggio dunque si parte con una prima riapertura della circolazione delle persone all’interno della propria Regione, ma sempre per motivi precisi da autocertificare. E così sarà almeno fino al 18 maggio. Possibile rivedere parenti, ma “Non consentiamo party privati a giovani o persone adulte” ha detto ancora Conte. “Consentiamo accesso a parchi ville e giardini pubblici ma con misure, i sindaci potranno disporre la chiusura di queste aree”. Al via gli allenamenti per atleti e ok all’attività fisica anche lontano da casa. Si tornano a svolgere i funerali, ma con solo 15 partecipanti.
Mentre il calendario di riapertura graduali proseguirà fino a giugno: infatti solo il 18 maggio apriranno i negozi al dettaglio e il 1 giugno bar, ristoranti e saloni di bellezza.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano