14 C
Torino
giovedì, 30 Maggio 2024

Commissariamento Teatro Regio, Ricca: “Accettabile solo se precari e dipendenti non lo pagheranno sulla loro pelle”.

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

“Vogliamo garanzie da Appendino, andiamo a chiederle insieme a Roma”: il capogruppo della Lega in Consiglio comunale a Torino e assessore regionale Fabrizio Ricca commenta la vicenda del Teatro Regio, che dopo l’apertura di un’inchiesta giudiziaria, rischia il commissariamento.

“Il Teatro Regio ha circa 360 dipendenti e almeno 70 di loro sono precari. Se Appendino vuole scegliere la strada del commissariamento noi vogliamo garanzie per gli stipendi degli assunti e per i posti di lavoro dei precari. A pagare questa situazione, figlia di scelte sbagliate dei vertici, non devono essere i lavoratori – afferma Fabrizio Ricca -. Negli anni i dipendenti del teatro hanno compiuto scelte dal forte valore sociale, come quella di non chiedere aumenti di stipendio per garantire l’occupazione di tutti, è assurdo che ora i loro posti di lavoro siano messi a rischio.

“Se la strada del commissariamento è quella che il sindaco ritiene più sensata, siamo disposti ad andare a Roma con lei per chiedere garanzie occupazionali al Ministero. Appendino deve certezze ai lavoratori e vogliamo che la garanzia del loro posto di lavoro sia messa nero su bianco”, conclude Fabrizio Ricca.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano