20.9 C
Torino
domenica, 26 Maggio 2024

Città Metropolitana, approvato lo Statuto

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il Consiglio Metropolitano di Torino ha approvato lo Statuto della Città Metropolitana. Per esattezza, una prima bozza che prima dell’ok definitivo però, sarà sottoposta a consultazione nei territori. Il testo verrà, infatti, sottoposto all’esame di tutti gli amministratori dei 315 Comuni della Città Metropolitana durante degli incontri specifici per le diverse aree territoriali.
É prevista anche una consultazione delle rappresentanze sociali ed economiche. I cittadini potranno trovare il documento sul portale online, nato «per avviare un percorso di partecipazione rivolto a chiunque intenda proporre osservazioni, integrazioni e proposte di modifica sul documento». Tutti infatti, potranno esprimere il proprio parere sullo Statuto inviando una e-mail.
«Con l’adozione dello Statuto e delle Zone omogenee in cui si articolerà il territorio – ha dichiarato il sindaco metropolitano Piero Fassino – la Città Metropolitana entra nel pieno della sua operatività. Statuto e perimetrazione delle zone omogenee sono stati elaborati con l’obiettivo di garantire ai 315 Comuni della Città Metropolitana gli stessi diritti, le stesse opportunità e pari dignità, quale che sia la dimensione demografica di ogni comunità».
«Adesso – ha concluso il promo cittadino – la consultazione consentirà ad ogni territorio di contribuire con ulteriori proposte al profilo e all’identità della Città Metropolitana. L’obiettivo generale che vogliamo perseguire è una Città Metropolitana che rappresenti nuove e più ampie opportunità per i territori e per i cittadini».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano