25.2 C
Torino
lunedì, 22 Luglio 2024

Cirio: “Coprifuoco alle 23”. E rilancia: “Piemonte in sicurezza entro l’estate”

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Se le consegne dei vaccini saranno rispettate il Piemonte entro l’estate sarà messo in sicurezza. Lo garantisce il governatore Alberto Cirio che precisa come “Il generale Figliuolo, martedì sera, mi ha dato garanzie in merito ai contingenti certi di somministrazione dei prossimi mesi. Questo mi ha permesso di forzare un po’ il sistema di prenotazione, per cui dalla prossima settimana in 48 ore dalla iscrizione sarà possibile conoscere data, ora e luogo della vaccinazione. Un passaggio importante, che rispetta molto la vita delle persone”. “Con un milione di vaccini al mese garantiti, entro l’estate avremo messo in sicurezza tutto il Piemonte” prosegue Cirio. 

Cirio vuole il coprifuoco alle 23

Il presidente della Regione mette anche l’accento su alcuni aspetti per cui chiede attenzione al governo. A partire dal coprifuoco: “Ci sono tutte le condizioni perché possa essere accolta la richiesta del coprifuoco alle 23. Credo sia una questione di buon senso e il presidente Draghi si è dimostrato disponibile”.

Mentre per quanto riguarda le vaccinazioni alle piccole comunità Cirio precisa: “Quello che non è ancora passato solo le isole montane Covid free. Nessuno mi convincerà mai che un abitante di Capri abbia meno possibilità di cure che l’abitante di un piccolo paese di montagna. Si utilizzi un ugual metro in tutta Italia”.

Insomma, obiettivo della giunta sembra essere la ripartenza del Piemonte che grazie al calo dei contagi e ai vaccini sembra stare avvenendo: “Il Giro d’Italia ce lo ha dimostrato, lunedì presentiamo le Atp, ci sono tante buone notizie. Premiamo queste buone notizie continuando a comportarci bene: teniamo la mascherina, evitiamo gli assembramenti e cerchiamo di evitare qualsiasi comportamento che metta a repentagli la sicurezza nostra e degli altri”. 

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano