30.3 C
Torino
sabato, 15 Agosto 2020

Cinque Stelle Torino denunciano: “Titolo sessista contro Appendino”

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Più letti

Nova Coop, 2,6 milioni di premio salario variabile collettivo ai dipendenti

NovaCoop, cooperativa piemontese di consumatori del sistema Coop, darà ai dipendenti un premio di salario variabile collettivo, che complessivamente supera i 2,6 milioni di...

Farinetti, Eataly: “Serve il prelievo forzoso sui conti degli Italiani per la ricostruzione”

Oscar Farinetti il proprietario Eataly, intervistato dal "Fatto Quotidiano", ha paventato una soluzione che secondo lui potrebbe risolvere il problema di come finanziare la...

Cronaca della notte di tensione al Caat

È tornata la normalità al mercato agroalimentare di Grugliasco, il Caat. Una notte difficile quella appena trascorsa. Una notte in cui la tensione ha...

“Italia ciao”, Povia cambia “Bella ciao” e fa infuriare gli antifascisti (VIDEO)

Il cantautore Giuseppe Povia, come aveva annunciato, ha rivisitato la canzone dei partigiani "Bella ciao", cambiando il testo in "Italia ciao". Una perfomance andata in...
Andrea Doi
Andrea Doi
Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna. Ha lavorato per Il Manifesto, Torino Sera, La Stampa. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Huffington Post, Avvenimenti e Left. Dal 2007 a Nuova Società, di cui è il direttore dal 2017.

Il Movimento Cinque Stelle di Torino con un comunicato stampa denunciano un presunto attacco sessista contro la sindaca del capoluogo piemontese Chiara Appendino, come avvenne per la prima cittadina di Roma Virginia Raggi.

Scrivono i pentastellati: «Ieri, nella giornata in cui la Sindaca Chiara Appendino e il Sindaco di Milano Giuseppe Sala hanno sottoscritto il “Manifesto per la comunicazione non ostile”, su un noto sito di informazione torinese usciva un pezzo con un titolo dall’evidente e inaccettabile livore sessista».

- Advertisement -

«In un momento – continuano i Cinque Stelle –  in cui l’attenzione delle istituzioni tutte è rivolta al contrasto delle discriminazioni e del linguaggio violento crediamo che non sia sufficiente una reprimenda da parte delle singole forze politiche. Per questo oggi, in sede di conferenza dei capigruppo, abbiamo chiesto a tutte le forze politiche di esprimersi come istituzione per stigmatizzare l’episodio. Ci auguriamo che nei prossimi giorni possa uscire un comunicato congiunto e che nessuno si tiri indietro sulla necessità di una ferma condanna».

- Advertisement -

La capogruppo in consiglio comunale Valentina Sganga conferma che c’è l’intenzione di chiedere ai capigruppo e ai consiglieri di «sottoscrivere un comunicato congiunto». Però, aggiunge Sganga: «dopo l’iniziale accordo di oggi in capigruppo qualcuno si è poi tirato indietro».

Il testo che doveva stigmatizzare il titolo inizialmente condiviso, evidenzia Sganga,aveva un carattere istituzionale e non meramente politico.

Spiega Valentina Sganga: “Mi auguro che nessuno si tiri indietro nello stigmatizzare un titolo sessista tanto abietto.

Per questo, dopo aver portato oggi la richiesta in conferenza dei capigruppo, in serata ho scritto a tutti i capigruppo del Consiglio Comunale di Torino affinché sottoscrivano un comunicato congiunto di biasimo, che potremo concordare nei termini e nella forma.
Ciò che conta, se davvero l’obiettivo condiviso è quello di combattere il livore sessista e discriminatorio imperrante nel linguaggio in questo momento storico, è che la condanna non sia relegata alla singola sensibilità personale. Credo sia l’istituzione a dover far sentire la propria voce.
È una questione politica, ma non di parte. Ci tocca tutti e tutti dovremmo preoccuparci”.

La replica del direttore  del sito, arriva attraverso una dichiarazione rilasciata all’ANSA: «Lungi da noi voler utilizzare frasi o espressioni sessiste – sostiene il direttore – era un calembour, come sempre usiamo nei nostri titoli. A volte ci vengono bene, altre magari meno, ma ci sembra esagerato essere messi in croce per un titolo. Per essere nato da un comico, mi sembra che il Movimento abbia poco senso dell’ironia. Mi stupisco si erga a moralizzatore, visto certi attacchi agli avversari politici».

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor
Nuova Società - sponsor per la tua pubblicità in questo spazio, contatta la redazione

Primo Piano

Laus: “L’esperienza di Appendino e dei Cinque Stelle sulla pelle dei torinesi”

Il senatore del Partito Democratico Mauro Laus commenta le ultime esternazioni della sindaca di Torino Chiara Appendino, che si è detta d’accordo...

Concorso per dirigenti Comune di Torino, terza puntata: la riammissione

“Più che un concorso sembra una giallo a puntate”, così alcuni concorrenti hanno commentato le novità pubblicate ieri dalla commissione dell’ormai famoso...

Via Germagnano; ‘DemoS’, ‘Torino in Comune’ e ‘LUV’: “Nessun blitz ferragostano, il Comune si assuma la responsabilità”

“‘DemoS’, ‘Torino in Comune’ e ‘LUV’ esprimono forte preoccupazione riguardo all’iniziativa di sgombero del campo di via Germagnano che coinvolge circa 100...

Il pasticcio dei Voucher scuola della Regione Piemonte

Avevano appena ricevuto la mail che confermava l'assegnazione dei voucher scuola per l'anno 2020/21 ma 45 famiglie piemontesi hanno potuto gioire ben...

Torino città Covidless

La città di Torino ha ricevuto oggi l'attestazione Covidless Approach&Trust. Un riconoscimento frutto del progetto di ricerca che ha analizzato le risposte...