16.6 C
Torino
lunedì, 15 Luglio 2024

CBD per curare il mal di testa: istruzioni per l’uso

Più letti

Nuova Società - sponsor

Il mal di testa è probabilmente il disturbo più diffuso al mondo e le ragioni per cui si genera sono innumerevoli. Un problema agli occhi, una patologia odontoiatrica, una posizione sbagliata durante il sonno, un’allergia alimentare, una predisposizione genetica ma soprattutto un periodo molto stressante e impegnativo possono infatti essere alla base delle tensioni che generano il mal di testa, che dunque ha anche un’importante componente psicologica.

Nei casi più gravi, il mal di testa può degenerare e diventare cronico, e per curarlo si ricorre spesso agli antidolorifici. In molti, però, preferiscono evitare l’uso dei medicinali e optare per rimedi naturali che, anche se richiedono più tempo per agire, si rivelano ugualmente efficaci e non provocano eventuali effetti collaterali sgradevoli.

Tra essi vi è anche il CBD, molto in voga tra gli amanti di questo genere di soluzioni, che sembrerebbe essere molto efficace non solo nel combattere il mal di testa ma anche di prevenirlo nel lungo periodo.  

Fenomenologia del mal di testa

Secondo le statistiche circa 40 milioni di persone nel mondo soffrono abitualmente di mal di testa, disturbo che può sopraggiungere con estrema facilità e colpire chiunque.

Le cause, come abbiamo visto, sono diverse, sia di natura somatica che psicologica, e se in molti casi la guarigione avviene in tempi relativamente brevi, in altri bisogna intervenire in maniera più incisiva.

Esistono diversi tipi di mal di testa:

  • Cefalee tensive, le più frequenti ma le meno gravi, causate da una forte tensione muscolare;
  • Cefalee a grappolo, le più rare, fastidiose e durature, spesso interessano un particolare lato della testa. Tendono a ripresentarsi di frequente;
  • Emicranie, piuttosto comuni e caratterizzate da un dolore abbastanza intenso e pulsante. A esse possono affiancarsi nausea e disturbi neurologici (con aura);
  • Cefalee secondarie, sintomi di altre patologie (sinusiti, otiti, ictus, traumi cranici, disturbi vascolari ecc);
  • Nevralgie, ovvero infiammazioni di nervi facciali, cranici e cervicali.

Cambiare il proprio stile di vita – evitare fumo e alcool, alimentarsi correttamente, idratarsi frequentemente, dormire meglio, fare attività fisica ed esercizi di respirazione – può aiutare risolvere e prevenire l’insorgere di questo disturbo. Ma nel caso in cui ciò non fosse sufficiente, vediamo come utilizzare il CBD per curare il mal di testa.

Come agisce il CBD sul dolore

Il CBD è un fitocomplesso non psicoattivo che si ricava dalla pianta di cannabis e viene utilizzato per realizzare vari prodotti. Si tratta in effetti della cosiddetta cannabis light o erba legale, perché l’assenza di effetti psicotropi la rende perfettamente lecita e commercializzabile.

Il CBD vanta una serie di benefici per la salute, perché è un antidolorifico, antinfiammatorio, analgesico e tranquillante naturale. Ha effetto sul sistema nervoso centrale e periferico e relativi recettori, agendo sui dolori muscolo-scheletrici e le infiammazioni ai nervi che nello specifico generano il mal di testa, ma anche sulle sensazioni di nervosismo e stress che spesso incidono su questa condizione.

Secondo numerosi studi, l’assunzione del CBD per curare il mal di testa può quindi rivelarsi vincente non solo sul momento, per ridurre il fastidio momentaneo, ma anche sul lungo periodo, per migliorare l’umore ed evitare che si ripresenti nei soggetti cronici.

Per questo disagio gli esperti consigliano nello specifico l’olio al CBD, un prodotto di eccellente qualità e molto versatile, da utilizzare a livello topico, massaggiandolo nelle zone interessate dal dolore, oppure oralmente, versandolo sotto la lingua con il pratico contagocce. L’uso costante dell’olio nella propria routine contribuisce infatti a risolvere il meccanismo che innesca l’infiammazione e a creare uno stato d’animo disteso, sollevato, rilassato e sereno, che argina il ripresentarsi della patologia.

Tra gli ecommerce attivi nella vendita di prodotti a base di CBD c’è Weedzard. L’erba legale di Weedzard, con metodo di coltivazione 100% naturale, è perfetta per iniziare subito a beneficiare degli effetti terapeutici di questa sostanza.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano