15.2 C
Torino
mercoledì, 22 Maggio 2024

Castello di Miasino torna ai cittadini

Più letti

Nuova Società - sponsor
Redazione
Redazione
Nuova Società nasce nel 1972 come quindicinale. Nel 1982 finisce la pubblicazione. Nel 2007 torna in edicola, fino al 2009, quando passa ad una prima versione online, per ritornare al cartaceo come mensile nel 2015. Dopo due anni diventa quotidiano online.

Il Castello di Miasino sul lago d’Orta, in provincia di Novara, confiscato al boss della camorra Pasquale Galasso, deve tornare nelle mani dei cittadini.
La decisione è stata presa oggi durante il consiglio regionale a Palazzo Lascaris, dove una mozione approvata all’unanimità, impegna la Giunta Chiamparino a realizzare un progetto concreto per il riutilizzo sociale del Castello.
Dopo la confisca alla camorra nel 2007 infatti, la tenuta, utilizzata oggi come location per eventi, risulta ancora gestita dall’agenzia Castello di Miasino srl, le cui quote sarebbero di proprietà della moglie del boss. Un’altra grave sconfitta per lo Stato, per l’mministrazione, ma soprattutto per i cittadini.
«Bisogna agire subito, va affermata coi fatti la legalità, dando seguito alla confisca fatta nel 2007» dichiara il consigliere regionale del Partito Democratico Domenico Rossi.
«Ora sarà la giunta Chiamparino – aggiunge Rossi- che dovrà farsi promotrice di un progetto concreto di riutilizzo del castello. Va interrotta la situazione inammissibile che un bene sequestrato a un camorrista sia ancora gestito dai suoi famigliari. La Regione dovrà farsi promotrice di una soluzione per rendere finalmente disponibile alla collettività un bene sottratto alla criminalità. I beni confiscati – conclude il consigliere – hanno anche un forte valore simbolico, è un dovere fare tutto il possibile per ridare valore a un bene sottratto ai cittadini attraverso soprusi e violenza».
Ora quindi, che sono state gettate le basi per un cambiamento concreto, non resta che aspettare, anche se dopo 7 anni dalla confisca, la speranza è quella di dare al più presto il Castello di Miasino una seconda vita.

- Advertisement -Nuova Società - sponsor

Articoli correlati

Nuova Società - sponsor

Primo Piano